Il Pisa S.C. presenterà domanda di ripescaggio

La notizia arriva un po’ a sorpresa ….ma neanche troppo. In un’intervista telefonica a 50 Canale, il Presidente del Pisa S.C. Giuseppe Corrado ha confermato la volontà della società di Via Battisti di presentare domanda di ripescaggio in Serie B, in quanto il regolamento lo permette. Questa nuova prospettiva è originata dal ricorso al Tribunale Federale vinto dal Novara contro il regolamento che non consentiva il ripescaggio alle società che avevano subito penalizzazioni per sanzioni amministrative. Il Pisa infatti, con la penalizzazione subita due anni fa proprio in Serie B, per la gestione Petroni-Lucchesi, era compreso in questa lista che adesso non esiste più.

Si ricomincia quindi a fare due calcoli su dove possono essere realmente inseriti i questa graduatoria i nerazzurri anche se al momento sembrano in pole position proprio il Novara, la Teranana, Il Siena, il Catania e l’Entella. Il Pisa può dire la sua anche se il terzo posto in regular season e l’uscita prematura dai playoff non aiutano, visto che il piazzamento nel campionato precedente ha un peso del 50% sul punteggio finale assegnato. Come successo in passato (ancora vivo lo smacco subito ad agosto 2014) possiamo recuperare qualcosa sulla storia calcistica (peso 25%) e soprattutto sulla media spettatori delle ultime 5 stagioni (25%) ma l’impresa resta ardua e comunque, come confermato dallo stesso Corrado dal momento che il Pisa è in regola e ha qualche carta da giocare non si vede il motivo per non provarci.

Ricordiamo che ad oggi i posti da coprire ad oggi sono almeno due con Bari e Cesena che hanno gettato la spugna (neanche presentato il ricorso contro l’esclusione da parte della Covisoc) con l’Avellino che deve districarsi nel panato relativo alla fidejussione presentata ma non giudicata regolarmente rilasciata da ente autorizzato dalla legge. Venerdì ne sapremo di più quando verrà valutato il ricorso degli irpini.

i Nostri Articoli