La terza serie rischia di prolungare l’avvio del proprio torneo dopo un estate a dir poco tormentata, a confermare questa tesi è il presidente della Lega Pro Gabriele Gravina in un intervista rilasciata ai colleghi della Nazione: ” Rischiamo il caos, non ci sono assolutamente le condizioni per partire. Adesso non siamo neppure in grado di comporre i gironi e compilare i calendari, e, verosimilmente dovremo posticipare anche quelli. Ci sono sei società iscritte alla Lega Pro che hanno chiesto l’ammissione in sovrannumero al campionato cadetto, l’ultima in ordine di tempo l’Entella che è andata ad aggiungersi a quelle di Catania, Novara, Robur Siena, Ternana e Pro Vercelli. Penso che dobbiamo aspettare la sentenza del 7 settembre quando arriverà la sentenza del collegio di garanzia del Coni, chiamato a pronunciarsi sull’abolizione dei ripescaggi in serie B. A quel punto si potrà fare gironi e calendari e permettere alle squadre di scendere in campo non vedo alternative. Cominciare prima potrebbe obbligarci a rifare tutto nel caso che una squadra possa essere inserita nella categoria superiore”.

La prossima data da segnare sul calendario è quella di mercoledì 22 agosto, per l’assemblea di Lega dove i club dovranno prendere decisioni per come agire nell’immediato, ma la possibilità di giocare nel primo weekend di settembre appare molto lontana.