Dall’analisi sull’affluenza dei visitatori nella prima parte del 2018 emerge un dato interessante che conferma il trend positivo registrato negli anni precedenti: da gennaio a luglio i Musei Civici di San Miniato sono stati visitati complessivamente da oltre 12.000 visitatori. Al primo posto si conferma la torre di Federico II, con 6000 visitatori, seguita dal Museo didattico sulla Civiltà della Scrittura che anche quest’anno ha ospitato scolaresche provenienti da tutta la regione: 3300 le presenze complessive e 142 i laboratori didattici attivati nel periodo compreso tra gennaio e luglio.

A conferma dell’interesse prioritario riservato al pubblico dei più piccoli, anche il Museo dell’Area Archeologica di San Genesio e il Museo del Palazzo Comunale hanno proposto una ricca offerta formativa con laboratori e itinerari didattici, accolta con entusiasmo dalle istituzioni scolastiche del territorio. “Quella di San Miniato – dichiarano il Sindaco e l’Assessore alla Cultura Chiara Rossi – è una realtà che offre un valido supporto alla crescita culturale dei ragazzi, permettendo loro di apprezzare le bellezze artistiche della città, e regalando, allo stesso tempo, la possibilità di accostarsi ad essa per coglierne le emergenze anche dal punto di vista paesaggistico e naturale. Il paesaggio e il centro cittadino sono il risultato di secoli di storia che hanno lasciato il segno, e tutto questo si respira per le vie, nelle chiese e nei musei di San Miniato”.

Il 2018 è un anno ricco dal punto di vista della valorizzazione del patrimonio museale: in collaborazione con la Cooperativa La Pietra d’Angolo e con il prezioso contributo della conceria La Patrie, a partire da gennaio sono state realizzate numerose iniziative rivolte ad un pubblico per famiglie, come il ciclo di laboratori “Metti un pomeriggio al Museo” che si sono svolti nelle domeniche di gennaio, febbraio e marzo. Numerosi gli interventi di valorizzazione per far conoscere ad un pubblico sempre più visto il più giovane tra i poli del Sistema Museale, ovvero l’Area Archeologica di San Genesio. Nella prima parte del 2018 il museo ha proposto un ricco calendario di appuntamenti domenicali, rivolti principalmente ad un pubblico di famiglie con bambini e organizzati dalla Cooperativa La Pietra d’Angolo in collaborazione con esperti del settore come l’Associazione Professionale Archeo&Tech, l’Associazione Fuori Sentiero e l’Associazione Toscana Via Francigena. Tra gli eventi realizzati si ricordano, “Giocando con la storia” (15 aprile), “Il Mosaico romano” (13 maggio), “Scaviamo con l’Archeologo” (10 giugno), ma anche escursioni naturalistiche alla scoperta del tratto sanminiatese delle Via Francigena come “Tra pellegrini e peccati di gola” organizzata il lunedì di Pasqua. Inoltre, presso il Museo di San Genesio nei mesi di giugno e luglio si sono svolti Campus Museali di mezza giornata, organizzati in moduli settimanali tematici; un’esperienza molto positiva che riprenderà il 3 settembre nell’ambito del progetto regionale finanziato da Unicoop Firenze “S-Passo al Museo. Al Museo vietato annoiarsi”.

Nel mese di Maggio il Sistema Museale ha aderito alla manifestazione ”La Notte dei Musei”, con l’apertura straordinaria dei musei in orario serale, e alla  ”Giornata Internazionale dei Musei”, mentre nel mese di luglio ha aderito come ogni anno a “Le Notti dell’Archeologia” con una serie di itinerari a tema in orario serale.

Un’altra iniziativa che ha caratterizzato il periodo primaverile e che è diventata ormai un appuntamento annuale è “La storia prende vita”si tratta di una giornata articolata attraverso una serie di visite guidate arricchite dalla presenza coinvolgente di figuranti in costume e che stata organizzata il 6 maggio presso la Rocca di Federico II.

Il Sindaco Vittorio Gabbanini dichiara: “sono molto soddisfatto per il notevole interesse mostrato dalla cittadinanza verso il neonato MuMe-Museo della Memoria, che è entrato ufficialmente a far parte della rete dei musei civici con il Consiglio Comunale del 31 luglio scorso. Nel primo week-end di apertura le visite al MuMe hanno superato le cento presenze; per tutto il mese di agosto il Museo sarà ad accesso gratuito e visitabile in notturna nei giorni 7, 21 e 25 con orario 21.00-23.00 ”.

Di seguito gli orari di apertura dei Musei Civici nei mesi estivi:

  • Torre di Federico II: dal martedì alla domenica dalle 11 alle 18
  • Museo del Palazzo Comunale: Martedì, giovedì e venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 18; sabato dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18; domenica dalle 11 alle 18
  • Museo dell’Area Archeologica di San Genesio: domenica 5 agosto dalle 14 alle 18
  • Museo sulla Civiltà della Scrittura: Apertura su prenotazione
  • Museo della Memoria: dal martedì al sabato dalle 10.30 alle 12.30 e il martedì pomeriggio dalle 15.00 alle 17.00. Aperto domenica 5 agosto dalle 15.00 alle 18.00 e nelle sere del 7, 21 e 25 agosto con orario 21.00-23.00