I sapori e il gusto delle “Terre di Pisa“ protagonisti a Cibus Connect 2019

E’ l’abbinamento Cibo-Turismo, rappresentati dal nuovo brand “Terre di Pisa”, la scelta strategica che la Camera di Commercio di Pisa ha adottato partecipando, con cinque imprese del territorio, a Cibus Connect 2019, manifestazione di Business meeting dedicata al food italiano che si è svolta a Parma nei giorni 10 e 11 aprile 2019.

Un evento da non mancare, forte di numeri di rilievo (oltre 3.000 espositori) e di contenuti in perfetta sintonia con le esigenze di un mercato mondiale sempre più attratto dal Food Made in Italy per il suo legame ai territori e per il valore distintivo in termini di competenza e qualità. Numeri importanti anche per lo stesso comparto alimentare, settore trainante dell’economia italiana che nel 2018 ha espresso un valore complessivo pari a 133 miliardi di euro ed esportazioni per circa 41 miliardi. Un potenziale economico che può espandersi sensibilmente se il “buon cibo italiano” entra a far parte integrante dell’offerta turistica complessiva, di una proposta unitaria giocata sul “vivere italiano”, uno stile sano da sperimentare, apprendere, condividere, raccontare.

Con la nascita del marchio “Terre di Pisa” la Camera di Commercio pisana ha voluto collocarsi esattamente in questa nuova tendenza internazionale che sta muovendo considerevoli masse di “nuovi turisti” desiderosi di vivere esperienze complete, ben oltre lo specifico servizio di una particolare destinazione.

L’aspettativa attuale è ben più alta e si estende al desiderio di conoscere cultura, tradizione, di condividere bellezza, contesti autentici nei quali il cibo assuma valore identitario profondo e sia parte essenziale del paesaggio culturale del luogo. Patrimonio culturale intangibile la cui unicità è oggi universalmente riconosciuta come fattore discriminante nella competizione tra i territori.

Sono cinque le aziende pisane che hanno messo in mostra, nei 60 mq. dello stand collettivo organizzato dalla Camera di Commercio di Pisa, le loro eccellenze espressione di tipicità agroalimentari del territorio pisano in continua ricerca di visibilità e affermazione: Savini Tartufi, Menichetti Cioccolato, Loriano Paolini, RDA Toscana in tavola e Antico Pastificio Morelli.

Nello speciale Cooking point, infatti, grazie alla collaborazione con l’Istituto Alberghiero Matteotti di Pisa, due studenti hanno preparato, per i buyer presenti, gustose pietanze con i prodotti delle aziende pisane. Un modo concreto per valorizzare contestualmente filiera corta, enogastronomia e risorse formative delle “Terre di Pisa” .

“Stiamo concentrando i nostri impegni nel sostegno alle imprese che vogliono confrontarsi sui mercati internazionali favorendo la partecipazione collettiva a manifestazioni internazionali come Cibus e stanziando risorse finanziarie per voucher a beneficio di chi intende partecipare autonomamente – afferma il Presidente Valter Tamburini. Facciamo il possibile, ma chiediamo al Governo una modifica della legge sulle Camere di commercio che ci ridia la possibilità di realizzare queste attività anche all’estero, perché l’export e i turisti stranieri sono una risorsa essenziale per lo sviluppo economico del territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

i Nostri Articoli