Fc Ponsacco 1920: obiettivo centrato, la serie D è salva

L’Fc Ponsacco 1920 rimane in serie D. La tempesta improvvisa piovuta fra capo e collo al club rossoblù all’inizio di luglio con l’inchiesta che ha coinvolto l’amministratore delegato Walter Buonfiglio non ha spento il pallone rossoblù. “Da stamani (giovedi 12 luglio ndr) siamo regolarmente iscritti al campionato, un’impresa che siamo riusciti a centrare grazie all’impegno di tutti perché il calcio ponsacchino, prima squadra e settore giovanile, è stato salvato dalla sua gente’’ ha annunciato fra gli applausi il sindaco Francesca Brogi questa mattina nel corso di una conferenza convocata subito dopo aver inviato tutta la documentazione, inclusi i bonifici da 53mila euro, necessari per partecipare al massimo campionato dilettantistico. Un obiettivo centrato addirittura con un giorno di anticipo perché la deadline era fissata per domani, venerdì 12 luglio e raggiunto “grazie alla comunità ponsacchina tutta – ha proseguito il primo cittadino -, agli ultras e alle centinaia di persone che hanno partecipato alle iniziative promosse in città, agli altrettanti che hanno fatto un bonifico e alle aziende che hanno dato un fondamentale contributo per salvare il club”.

I nostri predecessori saranno felici, con il traguardo tagliato oggi abbiamo salvato 99 anni di storia” ha detto tirando un sospiro di sollievo Pasquale Maniscalco in rappresentanza degli ultras rossoblù. Da lì ha preso le mosse anche Gerardino Zarra, tesoriere del Comitato “Fc Ponsacco 1920 è una fede” e presidente del consiglio comunale per sottolineare, dati alla mano, “l’impresa che è stata compiuta: ad oggi, dopo aver completato tutte le spese per l’iscrizione, abbiamo ancora sul conto 2.200 euro e so che altri bonifici sono ancora in arrivo”. Fra coloro che non hanno mai avuto dubbi c’è anche l’assessore allo sport Francesco Vanni “perché, nonostante la mazzata non eravamo alla sbando: la società, comunque, è rimasta unita, c’è stato un presidente stimato da tutti che si è prodigato al massimo per raggiungere l’obiettivo e, se permettete, anche un’amministrazione comunale che ha speso tutta la sua credibilità per salvare il calcio rossoblù”.

 

 

i Nostri Articoli