Il Comune di Ponsacco interviene sulla crisi della società rossoblu

L’amministrazione comunale di Ponsacco è intervenuta sulla situazione di profonda crisi in cui versa la società calcistica che rappresenta il territorio. “In un momento così incerto a livello nazionale – si legge nel comunicato firmato dal sindaco Brogi – la ripresa delle attività sportive torna a dare un senso di normalità al nostro quotidiano. Purtroppo siamo venuti a conoscenza della volontà di cristallizzare le classifiche della Serie D nazionale, scelta che comporterebbe la retrocessione d’ufficio della nostra squadra di calcio. Una scelta improvvida che va contro ogni principio sportivo e che non darà modo alla nostra realtà, che quest’anno compirà cento anni, di giocarsi la salvezza sul campo, mettendo la parola fine ad una stagione che aveva ancora tutto da decidersi. Oltre al danno economico, una simile decisione comporterà delle inevitabili ricadute anche sul settore giovanile che vanta oltre 300 tesserati, conseguenze che non possono lasciarci indifferenti.

Riteniamo paradossale che si decidano a tavolino le retrocessioni quando mancava ancora circa 1/4 della stagione e chiunque segue il calcio sa benissimo che il periodo Marzo-Maggio è il momento cruciale della stagione dove spesso e volentieri assistiamo a dei ribaltamenti nelle classifiche.

In ragione di ciò, a tutela del Comune di Ponsacco e dei suoi cittadini, che quest’estate hanno contribuito in maniera significativa all’iscrizione del club al campionato, l’Amministrazione Comunale esprime la sua vicinanza e appoggio al FC Ponsacco 1920 speranzosa che i suoi diritti siano tutelati e che non si assista ad una decisione che sarebbe antitetica ad ogni logica sportiva“.

i Nostri Articoli