Acque Spa: previsto maxi intervento sull’acquedotto in località Capannoli, Santo Pietro e Selvatelle

Migliorare il servizio idrico per qualità e continuità, riducendo notevolmente l’incidenza dei guasti sull’acquedotto e di conseguenza i disagi per i cittadini. Con questo obiettivo, Acque SpA, gestore idrico del Basso Valdarno, d’intesa con le amministrazioni locali, si appresta a dare il via ad un maxi-intervento sulla rete acquedottistica nei comuni di Capannoli e Terricciola. Il tutto accadrà tra la notte di martedì 14 e il primo pomeriggio di mercoledì 15 luglio, quando per permettere lo svolgimento di 7 distinti interventi in contemporanea, sarà necessario interrompere l’erogazione idrica per circa 17 ore consecutive. Sarà comunque possibile far fronte all’inevitabile sospensione con piccoli accorgimenti e con i 4 punti di approvvigionamento sostitutivo predisposti dal gestore idrico. Saranno circa una trentina gli addetti in campo tra operai, tecnici e ingegneri impegnati nei cantieri e suddivisi in 8 squadre per svolgere al meglio i lavori, concentrati nello stesso arco temporale al fine di evitare interventi “a ripetizione” – che avrebbero comportato altrettante sospensioni dell’erogazione idrica – e ridurre dunque al minimo i disagi agli utenti.

 

La sospensione dell’erogazione idrica prenderà avvio alle 21:30 di martedì 14 per concludersi secondo le previsioni per le 15 di mercoledì 15 luglio. Ad essere coinvolto sarà l’intero territorio comunale di Capannoli (inclusa dunque anche la frazione di Santo Pietro Belvedere) e Selvatelle nel comune di Terricciola. Nel consueto comunicato sull’interruzione idrica (disponibile alla pagina seguente) è indicata l’esatta ubicazione delle 4 autobotti disposte sul territorio per il rifornimento idrico sostitutivo: in questo caso si raccomanda un rifornimento ponderato, per consentire a tutti coloro che lo necessitano di poter prelevare la propria scorta di acqua potabile.

 

Tra i 7 interventi, tutti necessari, due risultano più importanti degli altri. Il primo riguarda l’attivazione di 300 metri di nuova tubazione principale lungo la dorsale che dalla centrale idrica di La Rosa porta l’acqua a Selvatelle e successivamente a Capannoli; questa andrà a sostituire un tratto di acquedotto ormai deteriorato che nel recente passato aveva causato alcuni disservizi. L’altro intervento più significativo è la messa in funzione di una nuova valvola di regolazione della pressione (detta clayton) che consentirà in futuro migliori performance e una più agevole gestione. L’insieme di questi due progetti comporta un investimento di circa 260mila euro.

 

Con l’occasione, verranno effettuati anche due interventi manutentivi rispettivamente alla centrale idrica La Rosa e al deposito idrico di Santo Pietro, oltre alla dismissione di una infrastruttura idrica non più necessaria, al risanamento di un tratto di tubazione adduttrice in località Santissima Annunziata e alla riparazione di una perdita idrica particolarmente delicata.

 

Insieme alle comunicazioni standard e alla pubblicazione dell’interruzione idrica sul sito e sui profili social aziendali, Acque garantirà una informazione capillare anche attraverso l’invio di sms, di e-mail e di messaggi vocali alle utenze di telefonia fissa.

 

i Nostri Articoli