Federico Eligi (Italia Viva), l’Arno navigabile: Firenze-Pontedera-Pisa per il turismo, il lavoro e la tutela ambientale

«L’Arno, il nostro fiume, può e deve tornare a svolgere l’importante funzione di via di comunicazione attraverso la sua navigazione per accrescere l’appeal turistico di una parte della Toscana, ed in particolare della provincia di Pisa, le opportunità occupazionali e per contribuire ad abbassare i livelli di inquinamento atmosferico causati dal traffico veicolare». È un ruolo attivo nella vita cittadina quello che Federico Eligi, capolista di Italia Viva +Europa alle prossime elezioni regionali, propone di concretizzare per l’Arno. «Il Regio decreto del 1911 individua l’Arno fiume navigabile di seconda classe nel tratto Firenze-Pontedera-Pisa – evidenzia Eligi -. Molte delle nostre città nate e sviluppatesi intorno al fiume possono trovare in esso una nuova possibilità di spostamento, promozione turistica e di sviluppo economico e lavorativo. La navigazione a scopo turistico è sicuramente un elemento positivo da sviluppare, ma l’Arno può permettere in futuro anche la navigazione per spostamenti giornalieri dei cittadini. Spesso ci troviamo a percorrere in auto molti chilometri per raggiungere luoghi che rispetto al nostro punto di partenza sono semplicemente dalla parte opposta del fiume. Un caso concreto è l’ospedale Cisanello di Pisa. Un battello elettrico può collegare l’ospedale alle zone limitrofe densamente abitate, presenti nella sponda opposta del fiume e così il centro urbano con le periferie integrandosi anche con le proposte di attraversamento con ponte elaborate dalle amministrazioni locali. L’Arno – prosegue Eligi – può essere però anche veicolo di sviluppo economico ed occupazionale con la riqualificazione, dove possibile, delle cosiddette spiaggette, che nel periodo estivo (come da alcuni anni avviene a Pisa) potrebbero ospitare locali di intrattenimento serale o altri tipi di attività per far vivere l’Arno, come avviene nella maggior parte delle città europee attraversate da fiumi, aumentare le possibilità lavorative e contemporaneamente contribuire a delocalizzare parte della movida dai centri storici».

L’Arno sarà scenario anche della chiusura della campagna elettorale di Eligi che chiama a raccolta elettori e sostenitori a partecipare, venerdì 18 settembre, ad un’apericena allo Scalo Roncioni e al tour in battello che, nel pieno rispetto delle norme per il contenimento della pandemia da Covid-19, porterà alla scoperta dell’Arno e delle meraviglie della città da una prospettiva diversa.

 

 

i Nostri Articoli