Il canale dei Navicelli si candida a diventare sede naturale delle attività remiere della città, con particolare riferimento alle fase di preparazione e di allenamento, durante tutto l’anno, svolta dall’equipaggio del Galeone Rosso che partecipa alla Regata delle Repubbliche Marinare. È stato presentato ieri in conferenza stampa a Palazzo Gambacorti il progetto condiviso dall’assessorato alle tradizioni storiche del Comune e dalla società partecipata dei Navicelli.

“Sono molto contento di sancire un progetto importante della nostra Amministrazione – dichiara l’assessore alle tradizioni storiche del Comune di Pisa Filippo Bedini – che vede il canale dei Navicelli sede ideale per la creazione di un polo che accolga tutte le attività che gravitano intorno ai pali remieri della città. Pisa è una città d’acqua, con una forte vocazione per i pali remieri, che può trovare all’interno del canale dei Navicelli un punto strategico in cui sviluppare e far crescere questa attività sportiva importante per le tradizioni storiche della città. Nel canale è infatti possibile allenarsi per 365 giorni l’anno, a differenza dell’Arno e inoltre, con l’apertura dell’Incile, le imbarcazioni possono arrivare direttamente in acqua senza passare dalla strada e spendere ulteriori risorse. Ringrazio l’amministratore di Navicelli Salvatore Pisano per la disponibilità e la collaborazione offerta nello sviluppo di questa nuova sinergia.”

“Credo che il canale dei Navicelli, una realtà già importante per lo sviluppo economico cittadino, possa diventare una risorsa strategica anche per le manifestazioni storiche pisane – prosegue Bedini -. Guardando più a lungo termine, il progetto prevede di creare una struttura che possa ospitare attività sportive legate al palio, ma anche un polo di riferimento che accolga le barche storiche, attorno al quale tutte le associazioni e società cittadine possano trovare un punto di riferimento. Il polo sarebbe molto utile e importante anche per avvicinare i ragazzi all’attività di canottaggio e alla conoscenza dei pali remieri e delle tradizioni storiche di Pisa. Un luogo che appartiene a tutta la città, un’opportunità per dare concretezza e valorizzare Pisa come città d’acqua”.

“Infine – conclude l’assessore – permettetemi un ricordo importante a Renzo Baronti, scomparso in questi giorni, una figura importante per la tradizioni remiere della città, l’ultimo baluardo della regata del1956, a cui credo sia doveroso un ricordo da parte dell’Amministrazione Comunale e della città.”

“Questo accordo che presentiamo oggi è molto importante – spiega l’amministratore di Navicelli Srl Salvatore Pisano – io lo considero epocale, perché portare il Galeone delle Repubbliche Marinare nel canale dei Navicelli non è solo un’opera grande per le tradizioni storiche della città, ma vuol dire lanciare un messaggio preciso di valorizzazione del ruolo del canale e della società dei Navicelli. Ringrazio l’assessore Bedini per la partecipazione e per la sinergia con cui stiamo portando avanti il progetto. Il Galeone Rosso si trova già nel canale, è stanziato in un capannone vicino all’argine, così da poterlo mettere in acqua in tempi brevissimi, e ci sono già gli accordi con i ragazzi dell’equipaggio per tenere gli allenamenti in tutta sicurezza, anche in orari serali. Stiamo andando nella direzione di consolidare una tradizione: Pisa è stata ed è sempre una Repubblica Marinara e la Navicelli per la sua vocazione non poteva non accogliere con fierezza questa idea, con l’obbiettivo di dare risalto e importanza alle tradizioni storiche della città, ristabilendo un legame con la parte fluviale di Pisa e del territorio. Il canale dei Navicelli ha più di 500 anni ed è realmente “immerso” nelle storie delle vie d’acqua. La sua importanza storica e strategica ci fornisce la motivazione per andare avanti nella realizzare di questo prestigioso obbiettivo condiviso con l’Amministrazione.”