Dopo l’annullamento dell’evento a causa maltempo, domenica 18  Ottobre torna “Walking Vecchiano”, un’occasione per trascorrere qualche ora all’aria aperta, conoscendo zone ed ammirando panorami del nostro territorio, accompagnati da Alessandra Buscemi guida ambientale escursionistica dell’associazione NonSoloSerchio (www.nonsoloserchio.net), che come ogni anno guiderà i camminanti. In giro per le colline di Filettole in un percorso naturalistico e storico sul monte. Salendo per il “Castellaccio” per poi addentrarci nel bosco ed arrivare fino la torre segata. Quì i ragazzi del Gruppo Archeologico Vecchianese GAV offriranno cenni sugli aspetti storici  e le curiosità legate a castelli e torri; potremo inoltre godere degli scorci sulla valle del Serchio, sul mare e sui monti pisani. Dopo ci avventureremo nella discesa verso il fiume, costeggiandolo lungo la valle con un’attenzione al campo Pozzi e rientro in paese.

Ogni camminante dovrà dotarsi dei dispositivi anti contagio previsti ( mascherina), da utilizzare all’occorrenza.“ Un evento, o meglio un appuntamento, che ogni anno si rinnova nel primo week end di Ottobre e molto partecipato, sia dai camminanti che dalle associazioni e circoli locali, senza il cui aiuto non sarebbe possibile un’organizzazione così accurata” commenta il Sindaco Massimiliano Angori. ” Una iniziativa che abbiamo voluto fortemente anche quest’anno, dopo i lunghi mesi vissuti in lockdown, per riscoprire le nostre bellezze all’aria aperta e in comunità, nel pieno rispetto delle normative anticontagio da Covid19 anche per il momento conviviale e per i momenti che arricchiranno il tradizionale Walking Vecchiano”. “Le camminate di Ottobre, sono diventate oltre che un’occasione per scoprire parti del nostro territorio, un’occasione di ritrovarsi e stare insieme, un modo di stare nella natura in maniera sostenibile, rispettandola e godendo dei suoi benefici, camminando” spiega l’Assessora Lara Biondi “. “Un ringraziamento a tutte le associazioni che ogni anno partecipano con l’amministrazione comunale ad organizzare l’evento mettendo a disposizione le loro competenze e risorse”.