Focus sull’avversario: l’Olbia | Cambio in panchina

Il campionato sta entrando in una fase molto importante per i nerazzurri che si sono dati lo slancio giusto grazie alla vittoria di Domenica scorsa in casa della Lucchese che ha regalato 3 punti importanti e dato morale alla squadra. Ora però è tempo di guardare avanti perchè tra soli tre giorni i nerazzurri torneranno a giocare in campionato all’Arena dopo un mese esatto (l’ultima fu il 17 Ottobre contro il Pro Piacenza) e dopo 4 trasferte consecutive culminate con 2 vittorie e 2 sconfitte. Il ritorno all’Arena Garibaldi sarà contro l’Olbia che sta vivendo un momento sicuramente non positivo. 

I sardi infatti sono reduci da due brutte sconfitte che sono costate la panchina all’ormai ex allenatore Michele Filippi. La prima dolorosa sconfitta è arrivata nel derby contro l’Arzachena per 1-0 e l’ultima Domenica scorsa quando è stato il sorprendente Gozzano a vincere in Sardegna con un pesantissimo 1-4, insomma l‘Olbia arriverà in Toscana in un momento non facile ma tutto questo potrebbe diventare un’arma a doppio taglio proprio perchè i sardi saranno quasi obbligati a fare punti per ripartire e l’arrivo di un nuovo allenatore solitamente nasconde sempre insidie quantomeno dal punto di vista delle motivazioni.

Analizzando nello specifico la compagine sarda per questa stagione 2018/19 possiamo notare come il neo mister, che esordirà proprio Domenica contro il Pisa, sarà l’ex Guido Carboni (che allenò i nerazzurri nel 2001/2002 conquistando solamente 1 vittoria nelle iniziali 8 partite prima dell’esonero) su di lui proprio poche ore fa sono state riposte le speranze della società sarda per provare a rialzare la testa. Visto che quella di Domenica sarà la prima per Carboni con l’Olbia ancora non è sicuro l’assetto tattico che il mister, nato ad Arezzo, utilizzerà anche se due stagioni fa con la Juve Stabia solitamente optava per un 4-3-3 improntato sulle fasce.

In porta per l’Olbia nelle ultime partita ha giocato Marson, in alternanza all’ex Cagliari Crosta, la difesa a quattro vede Pinna agire a destra con Cotali a sinistra mentre al centro a completare il reparto trovavamo solitamente con la scorsa gestione  Iotti e Bellodi. Il centrocampo titolare dovrebbe essere composto da Vallocchia, Muroni e Calamai mentre il tridente offensivo con l’ex tecnico Filippi prevedeva Biancu nel ruolo di trequartista a supporto dei due attaccanti Ceter Valencia e Ragatzu con quest’ultimo che punì il Pisa proprio nell’ 1-0 della prima giornata dello scorso campionato. Vedremo se con Carboni ci sarà qualche modifica nella partita di Domenica (calcio d’inizio anticipato alle ore 14.30).

Le partite dell’Olbia sino ad oggi

1^ giornata): Albissola-Olbia 2-3

2^ giornata): Olbia-Pro Patria 2-1

4^ giornata): Olbia-Pro Piacenza 0-1

5^ giornata): Pontedera-Olbia 2-1

6^ giornata): Cuneo-Olbia 1-0

7^ giornata): Olbia-Alessandria 0-0

8^ giornata): Carrarese-Olbia 3-4

9^ giornata): Olbia-Arezzo 0-0

10^ giornata): Arzachena-Olbia 1-0

11^ giornata): Olbia-Gozzano 1-4

Bilancio: 11 punti in 10 partite, 3V 2N 5S 

Coppa Italia di Serie C

Turno preliminare

Olbia-Arzachena 1-1

Arzachena-Olbia 2-1

 

 

i Nostri Articoli