I lavori alla caserma dei carabinieri di Pontasserchio sono quasi alla fine. A breve, dunque, l’inaugurazione del complesso nel cuore di uno dei centri più popolosi del comune di San Giuliano Terme nel giro di qualche mese. Questo investimento, oltre ad aumentare il livello di sicurezza, ha consentito di valorizzare uno stabile del Comune, mettendolo a reddito.

Come promesso – afferma il sindaco di San Giuliano Terme, Sergio Di Maio –, i lavori alla caserma dei carabinieri di Pontasserchio sono in dirittura d’arrivo, senza ritardi o intoppi. Questo anche perché non abbiamo mai smesso di monitorarne l’andamento. Sono particolarmente felice perché la nostra testardaggine è stata ripagata: era l’autunno del 2014, quindi i primissimi mesi del mio mandato, quando è partito l’iter burocratico per la costruzione della caserma. Oltre l’imminente fine dei lavori, sottolineo che è stato concordato il canone di locazione con la Prefettura di Pisa e abbiamo ricevuto una visita del comandante della legione carabinieri Toscana, generale di brigata Nicola Massimo Masciulli, che si è detto molto soddisfatto della situazione. Abbiamo approfittato per chiedere ulteriori rinforzi di personale”.

Entrando nel dettaglio, la caserma sorge nell’ex distretto Usl dismesso di piazza Aldo Moro, già sede di uno dei distretti della polizia municipale di San Giuliano Terme, unificata, quest’ultima, nel comando unico inaugurato un anno e mezzo fa. L’investimento complessivo ammonta a quasi 500 mila euro, interamente finanziati dalle casse comunali. I lavori sono stati affidati a un’azienda storica toscana, la ditta Moresi Restauri e Costruzioni di Firenze, che, come detto, ha rispettato i tempi concordati.

Questa caserma, che servirà oltre 20mila persone, sarà un presidio fondamentale per il nostro territorio che ha anche un altro presidio nel capoluogo. Nel 2008, furono raccolte ben oltre 700 firme per mantenere la caserma dei carabinieri a Pontasserchio, che rischiava la soppressione da parte del Comando generale dell’Arma dei carabinieri a causa delle pessime condizioni strutturali dell’attuale stabile.

Non solo la caserma – conclude Di Maio –. Sta partendo la seconda tranche delle installazioni di telecamere sul nostro territorio, altro strumento fondamentale che stiamo implementando e rafforzando: ora tocca alle piscine comunali del capoluogo e San Martino Ulmiano. Stessa cosa per il controllo di vicinato. Tutto questo rispettando e valorizzando il Patto di sicurezza firmato lo scorso anno con la Prefettura, che ci vede in prima linea con altri comuni della provincia di Pisa“.