Il Pontedera continua a sognare, espugnato anche Grosseto: Pianese battuta a domicilio 2-1

Dopo Siena il Pontedera si impone anche a Grosseto superando a domicilio anche la Pianese, imponendosi al “Carlo Zecchini” per 2-1. Questo successo ha consentito alla compagine di Ivan Maraia di portarsi in solitudine al secondo posto almeno per 24 ore in attesa della gara di domani che vedrà la Giana Erminio affrontare in trasferta. I’Albinoleffe.  I granata hanno mostrato la compattezza e maturità che ha contraddistinto questo girone d’andata, soffrendo il forcing iniziale dei padroni di casa uscendo alla distanza portandosi prima sul 2-0, subendo la rete avversaria che ha reso il finale di gara intenso, dove comunque i granata hanno avuto la forza di tenere botta agli attacchi avversari.

CRONACA- Maraia schiera il consueto 3-5-2, dove davanti a Mazzini  la difesa viene composta da Cicagna, Piana e Ropolo, sugli esterni Calcagni e Mannini, supportati da Caponi, Serena e Bruzzo. De Cenco e Tommasini sono i due attaccanti. I padroni di casa partono forte rendendosi pericoloso con Regoli al 16′, il suo sinistro viene respinto da Mazzini. Il Pontedera prende il comando delle operazioni alzando il baricentro, al 30′ ci prova De Cenco il suo sinistro da dentro l’area viene ribattuto in angolo. Al 37′ arriva il vantaggio: cross da sinistra calciato di Serena a pescare l’inserimento di Tommasini, il suo colpo di testa viene respinto da Fontana: si avventa Bruzzo sul secondo palo per il tap-in vincente. Poco dopo lo stesso numero 9 granata impegna il portiere avversario. Risponde la Pianese rendendosi pericolosa con Catanese e Momentè, entrambi trovano l’attenta respinta di Mazzini.

RIPRESA- Ancora granata pericolosi in avvio, Tommasini cercato da Serena in area, il suo destro esce di pochissimo a lato del secondo palo. La Pianese non molla: al 7′ ci prova l’ex Regoli con un velenoso sinistro disinnescato dall’ottimo Mazzini. A metà della seconda frazione arriva il pareggio dei bianconeri, cross di Montaperto a trovare la deviazione vincente di Momentè, il quale si trova in posizione di fuorigioco. Il Pontedera non si spaventa, arriva il raddoppio con una bella azione rifinita da Calcagni a trovare il perfetto inserimento senza palla di Serena, il suo terzo tempo è vincente. Potrebbero addirittura triplicare i granata, con Tommasini e Caponi, nel finale i padroni di casa accorciano le distanze sugli sviluppi di un angolo da sinistra calciato da Montaperto, vincente la deviazione vincente di Catanese. I granata non si spaventano, serrano i ranghi e portano a casa l’ennesima vittoria di un girone d’andata fantastico.

PIANESE-PONTEDERA 1-2

PIANESE (4-3-1-2): Fontana; Gagliardi, Cason (64′ Rinaldini), Dierna, Seminara (78′ Ambrogio); Regoli, Simeoni, Carannante (64′ Carannante); Catanese; Momentè, Montaperto (85′ Udoh). A disposizione: Sarini, Vavassori, L. Benedetti, Scarlino, Romano. All. Marco Masi.

PONTEDERA (3-5-2): Mazzini; Cigagna (88′ Benassai), Piana (88′ Risaliti), Ropolo; Calcagni, Serena (79′ Bernardini), Caponi, Bruzzo (67′ Barba), Mannini; De Cenco (67′ Semprini), Tommasini. A disposizione: Sarri, Bianchi, Pavan, Giuliani, Salvi, Bardini. All. Ivan Maraia.

ARBITRO: Sajmir Kumara di Verona. Assistenti: Piedipalumbo di Torre Annunziata e Nasti di Napoli.

RETI: 37’ Bruzzo, 73’Serena, 83′ Catanese

NOTE: ammoniti Cigagna, Piana, Mannini, Dierna, Cason, Gagliardi. Angoli 6-2. Rec. 0’+5′. Spettatori 100 circa.

i Nostri Articoli