“Chiediamo al Sindaco di pisa, Michele Conti di procedere nel più breve tempo possibile alla pubblicazione del bando per l’assegnazione del contributo per Pisa che è di 380.000€, e di  spiegare il perché è avvenuto ritardo, visto che comuni della provincia, esempio Pontedera, hanno già provveduto alla pubblicazione”. Questo, è quanto hanno chiesto, con una apposita interpellanza, i consiglieri comunali Vladimiro Basta e Olivia Picchi, entrambi del Pd.

“Con delibera n. 442 del 31/3/2020, su proposta dell’Assessore Ceccarelli – così hanno scritto i due consiglieri comunali – la giunta regionale ha approvato un provvedimento per far fronte alle difficoltà delle famiglie residenti nei comuni ad alta tensione abitativa della Toscana nel pagamento del canone di affitto per evitare loro l’esecuzione di sfratti in corso o attesi. A questa iniziativa regionale si aggiunge lo stanziamento di ulteriori 46 milioni di euro da parte del Governo su proposta della Ministra Paola De Micheli. La delibera della regione stanzia per questa iniziativa 2 milioni di euro e sblocca l’utilizzo delle risorse del “Fondo nazionale morosità” non utilizzate nel corso del 2019, e già destinate dai comuni stessi all’integrazione del Fondo per l’integrazione dei canoni di locazione ex L. 431/98. La delibera prevede che i comuni, entro il 30 aprile 2020, pubblichino un avviso straordinario per l’accesso al contributo per l’integrazione del canone di locazione destinato ai nuclei familiari che hanno subito, nei primi mesi del 2020, a causa del diffondersi dell’epidemia di Covid-19, una consistente diminuzione del reddito disponibile. Il tempo di pubblicazione del bando sarà limitato a 20 giorni. Il contributo della presente misura straordinaria sarà calcolato sulla base del 50% (cinquanta per cento) del canone di locazione e, comunque, in misura non superiore a 300 €/.Il contributo corrisponde a 3 mensilità successive a partire da aprile 2020 e sarà corrisposto mensilmente, al permanere delle condizioni di accesso al contributo stesso. A fronte della disponibilità di queste risorse e considerando che a queste si aggiungeranno presto anche quelle stanziate dal Governo”.