Nel giro di pochi giorni potranno entrare in un alloggio a canone calmierato cinque nuclei familiari “fragili”, all’interno del percorso di “Housing sociale” portato avanti dal Comune di Pontedera. Si tratta, nella sua totalità, di situazioni di donne sole con figli a carico. Gli appartamenti individuati sono nello stabile di via Martin Luther King, dove hanno sede alloggi di edilizia popolare accanto a quelli di edilizia convenzionata, questi ultimi di proprietà Apes. E proprio questi appartamenti, sette in totale, di varie metrature, rimasti vuoti a causa della mancanza di assegnatari ( ricordiamo che si tratta di alloggi che vengono affittati con canone concordato ) sono stati “presi in carico”, con una apposita convenzione, dall’Amministrazione Comunale, che, a sua volta, li ha destinati in via prioritaria a genitori soli con figli a carico. Al momento, come detto, sono cinque gli alloggi che saranno occupati, con i trasferimenti in atto proprio in queste ore. ” Si tratta – ha spiegato l’assessore alle politiche abitative, edilizia residenziale pubblica e sociale Sonia Luca – di un aiuto importante che offriamo a donne sole con figli, rimaste prive di altre protezioni sociali e familiari. La cosa importante da sottolineare è che però parliamo di un percorso di passaggio, intermedio, dove le persone che hanno queste assegnazioni temporanee vengono al tempo stesso inserite in un progetto di accompagnamento sociale che le riporterà poi verso l’autonomia”.