Tripletta importante per i musei di Ateneo nella graduatoria di merito con cui la Regione Toscana ha assegnato i contributi a 90 musei ed ecomusei di rilevanza regionale. Il risultato si rivela ancora più importante considerata la difficile situazione pandemica dello scorso anno che ha costretto i musei a chiudere al pubblico per un lungo periodo e a trasformare la propria offerta educativa e divulgativa in contenuti multimediali, liberamente accessibili da casa durante il lockdown.

Guida la graduatoria il Centro di AteneoMuseo di Storia Naturale di Calci (con 58,663 punti), seguito dal Museo della Grafica (con 56,939 punti) e dall’Orto e Museo Botanico (con 55,999 punti). Nella valutazione sono stati presi in considerazione vari parametri, tra cui le dotazioni fisse dei musei, i servizi di accoglienza, il numero di visitatori, il numero di utenti on-line, le attività educative in presenza e on-line, gli eventi rivolti al pubblico in presenza e on-line e le attività di studio e ricerca.
«La nuova graduatoria della Regione Toscana per l’accesso ai contributi alla cultura è una conferma significativa del lavoro svolto dai musei dell’Ateneo – ha commentato il Rettore, Paolo Mancarella – Non solo il Centro di Ateneo – Museo di Storia Naturale si è  confermato al primo posto per il terzo anno consecutivo, ma i Musei del Sistema Museale di Ateneo Museo della Grafica di Palazzo Lanfranchi e Orto e Museo Botanico, si sono classificati secondo e terzo, con il Museo della Grafica che ha addirittura scalato la classifica dal dodicesimo posto del 2020. In un momento come quello attuale, questa crescita è un segnale che ci fa guardare al futuro con ottimismo. Ci dice che i Musei dell’Ateneo pisano, tra le risorse culturali e turistiche più importanti di Pisa e del suo territorio, sono in ottima salute e che saranno tra i protagonisti della ripartenza cittadina. Di tutto ciò non posso che ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile questo successo, dal professor Damiano Marchi, direttore del Centro di Ateneo – Museo di Storia Naturale, alla professoressa Chiara Bodei, presidente del Sistema Museale di Ateneo e ai direttori dei due Musei del Sistema Museale, professor Lorenzo Peruzzi e professor Alessandro Tosi e, naturalmente, al personale e ai docenti che operano con tanta dedizione in ciascun museo».