Ieri, sabato 16 giugno, i nerazzurri del Pia Beach Soccer hanno disputato la seconda partita della prima tappa del campionato di Serie A. Nella cornice della spiaggia di San Benedetto del Tronto gli uomini di mister Juninho hanno dovuto cedere il passo ai padroni di casa e campioni d’Italia in carica.

E’ stata partita vera, nonostante siamo ancora ad inizio campionato, con toni agonistici alti ed un tasso tecnico decisamente sopra la media. Alla fine l’hanno spuntata i rossoblu marchigiani con un rigore fortemente criticato dal Pisa ad una manciata di secondi dal triplice fischio: 4-3 il risultato finale, ma Pisa che ha ricevuto il meritato onore delle armi dai rivali.

Buona la gara dei nerazzurri, che passano ingenuamente in svantaggio dopo appena alcuni secondi dal calcio d’inizio freddati da un gran gol di Palma. A pareggiare e regolare i conti ci pensa Mirko Marrucci grazie ad un bel gol di testa che beffa Del Mestre.
Stabilito l´equilibrio il Pisa prende in mano la gara e passa in vantaggio con un calcio di punizione firmato da Barsotti, un missile terra – aria che si infila alle spalle dell´ estremo difensore rosso-blu. La Samb incassa e reagisce, trovando il gol del due a due grazie alla rete dell´ ex Michele Di Palma.
Nella seconda frazione di gara, il gioco è abbastanza equilibrato e le due formazioni non esitano a rendersi pericolose l´una contro l´altra, il gol però non arriva constringendo le due formazioni a giocarsi il tutto per tutto nel terzo tempo. Il forte tedesco Weirauch riporta in vantaggio il Pisa, finalizzando a rete un bello scambio con il connazionale Biermann, ma il paraguaiano Soares non ci sta e riporta la Samb sul pari.
Durante gli ultimi giri di cronometro arriva la beffa per il Pisa. Il Direttore di gara concede un calcio di rigore molto discusso alla Samb, Perez su doppia battuta insacca alle spalle di Battini e regala alla propria squadra i tre punti.