Prosegue il movimento delle deleghe e dopo la presentazione e successive modifiche (descritte QUI nel nostro articolo di ieri) il Sindaco Conti, forse in seguito a qualche malumore, procede ad ulteriori cambiamenti, restituendo al vicesindaco Bonsangue la delega al patrimonio, originariamente già nelle sue mani e poi affidata a Dringoli. Stesso percorso per la delega alle manifestazioni storiche inizialmente affidata a Bedini, poi tenuta per sè dal primo cittadino e infine restituita a Bedini il quale a sua volta ha preferito lasciare al Sindaco la delega allo sport. Aggiunte a Latrofa, invece, le deleghe ai parchi e verde pubblico e navigabilità dell’Arno e dei canali. Ampliati anche i compiti per Pesciatini che avrà le deleghe all’innovazione dell’apparato produttivo e dei servizi (dell’università) e politiche integrate con le università e istituti di ricerca e agenzia per l’innovazione.

Foto il Tirreno