Sotto la direzione della Procura di Pisa i Carabinieri hanno condotto l’operazione “Big Tasty”, che ha portato alla scoperta e allo smantellamento di un giro internazionale di droga che si basava sul mondo ancora sconosciuto del “Deep web”.

I malviventi acquistavano ingenti carichi di stupefacenti nei canali più nascosti e sommersi di internet, per farli poi arrivare in Toscana e smerciarli nei rave party illegali organizzati in tutta la regione e nelle zone di Modena e Ancona. Il pagamento della merce avveniva sia con gli euro, sia tramite i Bitcoin, cioè la moneta digitale utilizzata per gli scambi commerciali sul web. In totale sono 9 i provvedimenti disciplinari comminati dal Gip del Tribunale di Pisa. Quattro degli arrestati vivono nella provincia di Pisa, e due nel pistoiese.

Le indagini hanno preso il via nello scorso agosto, e si sono avvalse di numerose intercettazioni e riprese video, dietro l’input della Direzione Centrale per i Servizi Antidroga. La merce arrivava dalla Spagna, dai Paesi Bassi e dalla Germania. Nelle varie fasi delle indagini sono stati complessivamente sequestrati circa 50 kg di stupefacente per un valore sul mercato dello spaccio di oltre un milione di euro. La fase conclusiva ha infine visto l’impiego di 60 Carabinieri, cani antidroga e da difesa, un elicottero e oltre 25 mezzi.

Fonte foto: adnkronos