A margine del memorial “Trofeo Lorenzo Ravagni”, disputato ieri sera al “Comunale” di Ponsacco fra i rossoblu locali ed il Pisa Sporting Club, l’allenatore dei nerazzurri Luca D’Angelo si è soffermato ad analizzare la prestazione dei suoi uomini e sul mercato del club.

Sono veramente soddisfatto della prestazione della squadra. Tutti i ragazzi scesi in campo hanno interpretato nel migliore dei modi la partita. Siamo partiti benissimo: nella prima mezz’ora siamo abbiamo fatto vedere ottime cose, proponendo un buon calcio e costruendo diverse palle gol. Avremmo anche meritato almeno un gol in più, pur trovandoci di fronte una squadra messa bene in campo e molto forte come il Ponsacco. In particolare mi ha colpito la capacità della squadra di costruire e imporre la propria manovra ed il proprio ritmo davanti ad una formazione tutta chiusa a protezione della propria metà campo. Ci serviranno altre partite come questa prima del campionato, perché nei prossimi mesi spesso ci troveremo nella situazione di dover fare il gioco senza scoprirci ai contropiedi avversari“.

Ho lasciato in campo quasi per tutta la partita i difensori Meroni, Brignani e Buschiazzo perché hanno una struttura fisica importante, e necessitano di più minuti per entrare in forma“, ha spiegato D’Angelo. “I fraseggi iniziano ad essere discreti, sono soddisfatto di come tutti i ragazzi a mia disposizione stanno interpretando il lavoro e le mie richieste“. “Da qui al 16 settembre cercheremo di fare più amichevoli possibili, in modo da mantenere alta la concentrazione e la preparazione in vista del campionato. Speriamo che anche l’inizio della Serie D venga rinviato, in modo da avere più soluzioni sugli avversari da incontrare“.

La situazione di mercato è molto semplice: Eusepi, Negro e Sabotic non rientrano nei piani – ha concluso il tecnico nerazzurro – mentre Cardelli insieme a Gori e D’Egidio formerà il parco portieri. Necessitiamo di un rinforzo in difesa, nella zona centrale, e sulla fascia sinistra. Da qui alla fine del mercato sono sicuro che la società mi metterà a disposizione la soluzione. Se poi con un solo giocatore riuscissimo a coprire entrambe le zone del campo, tanto meglio“.