Prestazione brillante e convincente del Pontedera nella gara amichevole giocata ieri sera allo stadio “Ettore Mannucci” al cospetto del Livorno, che nella prossima stagione disputerà il torneo di serie B. Il 4-0 finale racconta di una partita senza storia o quasi, nella quale i granata hanno saputo mettere anche ritmo e aggressività – soprattutto nella prima parte- dall’altra parte però la truppa di Cristiano Lucarelli era priva di alcuni elementi come Toninelli e Diamanti, e oggi disputerà un nuovo test a Forte dei Marmi contro il Real Forte Querceta.

Si è giocato in una serata molto calda davanti a circa 300 spettatori con una sparuta rappresentanza di tifosi amaranto, squadre in campo con moduli speculari: entrambi si affidavano al 3-5-2. Nel primo tempo Ivan Maraia schierava Biggeri fra i pali, Alessio Benedetti, Borri e Ropolo in difesa, il centrocampo affidato al capitano Andrea Caponi, affiancato da La Vigna e Gargiulo con Magrini e Giuliani sulle corsie esterne. In attacco Pinzauti veniva affiancato da Mannini. Cristiano Lucarelli rispondeva con Zima in porta, linea a tre composta da l’ex Gonnelli, Soumaoro e Santini, Iapichino e Frick sulle fascie, Bruno, Gemmi e Agazzi a completare la cerniera di centrocampo, in avanti Mendes veniva affiancato da Maiorino. In cronaca il Pontedera ha un buon impatto nel confronto giocando con una discreta dose di intensità pressando gli avversari. Al 5′ Pinzauti devia sopra la traversa un cross di Magrini proveniente dalla fascia destra. La risposta amaranto è in un sinistro velenoso di Maiorino respinto in tuffo da Biggeri. La gara si mantiene divertente fino al vantaggio granata firmato da una deliziosa punzione calciata da Mannini con palla sopra la barriera e che conclude la sua corsa alla destra di Zima. Sul finire del tempo arriva anche il raddoppio ad opera di Pinzauti che si avventa con un falco sul retropassaggio corto di Santini verso il proprio portiere, anticipa Zima e depone nella porta sguarnita.

La ripresa vede gli uomini di Lucarelli alla ricerca del gol della bandiera, ma sono i padroni di casa a trovare ancora la via della rete con Bruzzo, abile a vincere un rimpallo entrare in area e con il destro trova la respinta di Zima, la palla però si avvia verso la porta e il centrocampista della Primavera del Genoa a deporre nella porta sguarnita. Il Livorno si affaccia in avanti con Agazzi con una deviazione sotto misura in area su cross di Frick con palla alta di poco. I padroni di casa non sono sazi, e prima Riccardo Benedetti colpisce il palo, poi Caponi trasforma al meglio una punizione dal limite con una traiettoria perfetta non dando scampo al portiere avversario per il 4-0 finale.

 

PONTEDERA-LIVORNO 4-0

Pontedera (3-5-2): Biggeri (79′ Sarri); A Benedetti (50′ Vettori), Borri (80′ Bardini), Ropolo (80′ Benassai); Magrini (67′ Raimo), La Vigna (80′ Prete), Caponi, Gargiulo (57′ Bruzzo); Mannini (67′ R Benedetti), Pinzauti (67′ Tommasini) . A disp. Raco, Riccio. All. Maraia.

Livorno (3-5-2): Zima; Gonnelli, Soumaoro (67′ Luci), Santini; Frick, Gemmi (73′ Canessa), Bruno, Agazzi, Iapichino (80′ Balleri); Maiorino, Murilo. A disp. Pulidori, Lischi, Casanova, Zhikov, Bardini, Malandruccolo, Pellecchi, Romboli. All. Lucarelli.

ARBITRO: Ricci di Firenze.

RETI: 33′ Mannini, 44′ Pinzauti 61′ Bruzzo, 83′ Caponi.