Martedì 4 settembre, è stato presentato a Palazzo del Pegaso, sede del consiglio regionale, il Festival Statale 439. Così il consigliere segretario dell’Ufficio di presidenza Antonio Mazzeo ha aperto la conferenza stampa, “Buti per tre giorni, dal 7 al 9 settembre, diventerà capitale della musica in Toscana e ospiterà artisti di livello internazionale. Un grazie sincero dal Consiglio regionale a tutti coloro che hanno reso possibile  questo straordinario evento. Un grazie in particolare a Michael Fix, uno dei più grandi chitarristi al mondo, che si mette a disposizione dei giovani del territorio, per farli crescere, trasmettere competenze, fare musica con loro. Questo è il senso vero dell’iniziativa”. Si tratta di un evento culturale internazionale, nato da un’idea di Andrea Valeri, noto chitarrista pontederese, per portare nel nostro Paese artisti che hanno segnato, e stanno segnando, la storia della musica. L’idea ha incontrato il pieno appoggio dell’amministrazione comunale e dell’associazione Musicale, che da tredici anni organizza un festival a Cascine di Buti. “E’ incredibile, abbiamo richieste di partecipazione come spettatori da molti paesi d’Europa e varie parti d’Italia”, ha sottolineato il direttore artistico Valeri, illustrando il programma, che si apre venerdì pomeriggio 7 settembre con una masterclass di Michael Fix e un suo concerto serale. Sabato, invece, il festival ospita il più grande artista vivente, Vincenzo Zitello. La domenica si chiude con i Tazenda, uno dei primi gruppi di rock etnico in Italia. ”La cultura ha sempre rappresentato una priorità per le amministrazioni comunali nel corso degli anni – ha affermato Matteo Parenti, consigliere con delega alla cultura del Comune di Buti –. Le iniziative culturali fanno bene al territorio. Questa è un’esperienza nuova, con la quale raggiungiamo un nuovo traguardo”.

Fonte: Comunicato stampa regione toscana