Focus sull’Arezzo, prossimo avversario dei nerazzurri

Martedì sera alle ore 20.45 si ritorna in campo, i nerazzurri saranno attesi nuovamente all’Arena, visto il rinvio della sfida di Siena, dopo l’esordio vittorioso per 1-0 contro il Cuneo. Mister D’Angelo & co saranno attesi dal primo derby stagionale: l’avversario di turno in questa 3^ giornata infatti sarà l’Arezzo che la scorsa stagione ci ha battuto sia all’andata che al ritorno.

I granata partono con prospettive buone: quantomeno cercare di raggiungere un piazzamento playoff e provare a dimenticare la scorsa annata fatta di grossi problemi societari culminati con un -15 in classifica che quasi costrinse i toscani ai playout mentre sul campo la squadra del grandissimo ex Moscardelli aveva avuto un ruolino di marcia da playoff.

Le novità in casa Arezzo partono dall’allenatore: fuori Pavanel, dentro Dal Canto che aveva in precedenza anche guidato la Juventus Primavera e allenato in Serie B. Il nuovo mister predilige giocare con il 4-3-3 che vede tra i pali un altro ex, questa volta nerazzurro, ovvero Pelagotti.

La difesa non è cambiata troppo dallo scorso anno con Luciani e Varutti nel ruolo di terzini e Pelagatti con Borghini al centro della difesa. Il centrocampo, ruolo sicuramente importante della formazione granata, vede protagonisti l’esperto Foglia con Tassi e Serotti.

Davanti invece visto l’addio di Moscardelli si è ripiegato su Brunori come finalizzatore, la nuova punta granata può contare sul solito Cutolo come supporto a destra e su Bruschi a sinistra. Quest’ultimo è chiamato da mister Dal Canto a fare tantissimo movimento sulla propria corsia e a ripiegare in fase difensiva quando necessario. L’Arezzo, come il Pisa, ha vinto la prima partita per 1-0 in casa della Lucchese, e “riposato” nella seconda giornata visto il rinvio forzato contro la Pro Vercelli.