Un casale toscano abbandonato da sette anni ha preso nuova vita al centro della campagna di San Miniato. Dai covoni di fieno, al grano dorato che cresce intorno, nuove pareti sono dipinte di bianco, mentre si immaginano murales a dare colore, e ogni giorno, si allargano sempre più i progetti pensati per rinnovare gli antichi spazi aprendoli a tutti, prendendo anche le misure per costruire una falegnameria e una ciclofficina, a partire da materiali di recupero. Tutto questo brulicare di idee e intenzioni creative nasce da un centro di accoglienza speciale (Cas) che ospita al momento quaranta giovani richiedenti asilo provenienti dall’Africa e dall’Asia. È così che nascono le Officine Cavane, in via Cavane 114 a San Miniato (Loc. La Catena – Ventignano), immaginando di creare in uno spazio nuovo e aperto un nuovo modello di accoglienza, fondato sull’inclusione sociale e la multiculturalità che ad oggi ha iniziato ad ospitare un laboratorio teatrale, un percorso di social media storytelling e un progetto di volontariato internazionale Erasmus Plus, tutto incluso nello stesso spazio in cui vivono i richiedenti asilo.

Il progetto Officine Cavane nasce dalla collaborazione tra l’associazione di promozione sociale (Aps) Tra i Binari, La Pietra d’Angolo Cooperativa Sociale onlus, con la partecipazione di Cavasonno Srl e Associazione La Stazione.
Il progetto è sostenuto dal programma Erasmus+, European Solidarity Corps e Agenzia Nazionale Giovani – ANG.
Partner: Associazione La Stazione, Associazione Teranga, Cavasonno SRL.
Patrocinato da: Regione Toscana, Comune di San Miniato, Comune Montopoli, Comune di Castelfranco di Sotto, Comune di Santa Croce, Comune di Fucecchio, Società della salute Valdarno inferiore.

Di seguito il programma in dettaglio dell’inaugurazione:

9.30 – 12.00 – Torneo di calcetto

10.00 – 13.00 – Laboratori artistici per bambini

12.00 – 13.30 – Presentazione ufficiale del progetto e tavolo istituzionale per l’intercultura con la partecipazione dei Sindaci del Comprensorio del cuoio e l’Assessore alla Presidenza della Regione Toscana Vittorio Bugli.

13.30 – Pranzo sociale a cura de La Pietra d’Angolo. (al coperto in caso di tempo sfavorevole)

15.00 – 20.00 Performance e musica con Sandro Joyeux e Quartiere Tamburi.  Anna Dimaggio ,Stefano Cavallaro, Giulia Tanzini (letture e performance) e alle 17.30 prima nazionale dello spettacolo “Tutti al matrimonio” – Tra i binari

Siete tutti invitati!

Per il pranzo è raccomandata la prenotazione: cooplapietradangolo@gmail.com– 3666602791.

 

Foto di Serena Fossi