La vittoria – di misura- contro lo Scandicci nel turno infrasettimanale ha proiettato il Tuttocuoio da solo in testa alla classifica del girone E di serie D. Primato in solitudine per effetto della sconfitta interna del Ponsacco contro la Pianese e del pareggio conseguito dal San Donato Tavarnelle. Tre vittorie in altrettante partite per i neroverdi, che soprattutto contro i fiorentini non hanno palesato un gioco scintillante, ma mostrando una solidità e compattezza invidiabile. Certo giocare tre partite in una settimana può far perdere la brillantezza, soprattutto ad inizio stagione per una compagine completamente cambiata e che ancora deve trovare equilibri. Dopo tre giornate sarebbe assurdo e completamente fuori luogo fornire analisi; si può soltanto intravedere quello che potrà essere il prossimo campionato.

Sicuramente il raggruppamento è molto equilibrato e le partite si possono risolvere attraverso episodi o piccoli particolari. Non avere subito reti è importante per dare sicurezza e autostima al reparto, forse sul piano offensivo qualche miglioramento deve essere fatto; tre reti – di cui una su calcio di rigore- non è un grande bottino. Dall’altra parte però si vede un gruppo che sa quello che vuole formato da ragazzi dotati di personalità spiccata. Vero la classifica non ha importanza ma dopo annate sofferte poter avere la soddisfazione di guardare tutti dall’alto è significativo. Poco, anzi pochissimo tempo per preparare la difficile trasferta di Bagni di Lucca contro il Ghiviborgo già eliminato in Coppa Italia. Quindi ricaricare la pile e la sensazione che qualche giocatore potrà essere cambiato rispetto a mercoledì per garantire maggiore freschezza.