Dopo la brutta serata del 2 maggio 2017 nella quale a seguito di un’esplosione il chiesino fu distrutto oggi l’opera è quasi completata.
Dopo la cerimionia per la posa della prima pietra, in pochi mesi il chiesino è stato ricostruito quasi per intero e presto sarà riaperto. Tutto questo è stato possibile grazie ad un lavoro di squadra tra il Comune, la Curia ed il comitato Castellare con le donazioni arrivate anche dai privati.
Adesso manca solo il pavimento e gli infissi e poi non ci resta che attendere la data dell’inaugurazione!

Foto in copertina di Matteo Bini