Tre scatti che valorizzano il tartufo attraverso un percorso sensoriale. Questo il criterio con il quale la giuria, composta dall’assessore alla comunicazione David Spalletti, e dai due fotografi professionisti Francesco Sgherri e Linda Mascagni, ha scelto le tre fotografie che hanno vinto la prima edizione del contest dedicato alla Mostra, #whitetruffleinphoto. A trionfare sono stati Nicoletta Simone con Parfume de truffle italienne, selezionata perché esalta e trasmette l’olfatto e il grande afrore del tartufo, insieme alla vista che fa emergere la forma e il colore quasi perfetti. L’altra foto scelta è stata scattata da Riccardo Taddei e si intitola Oro, rappresenta il momento della selezione tra tante eccellenze del tartufo migliore attraverso il tatto e la valutazione del peso. Si è aggiudicata un premio anche Simona Centi con la foto dal titolo Nobile tocco, selezionata perché incarna il senso del gusto nell’atto principale prima dell’assaggio della prelibatezza: lo chef che affetta il tartufo in piccole scaglie. Con questo gesto si esalta anche il senso dell’udito, grazie al delicato e tenue rumore che si può ascoltare dietro ad un gesto da maestri.
Menzione speciale per Lucia Dani con la foto Tartufo 2.0, perché rappresenta la sfida del futuro: avere una Mostra sempre più all’avanguardia, con un’attenzione particolare alle nuove tecnologie e ai social network che, con un semplice scatto, possono diffondere via web la Mostra Mercato in tempo reale, promuovendo quello che San Miniato e il tartufo rappresentano per tutto il territorio.
Ai tre vincitori è stato assegnato un tartufo d’argento, mentre alla menzione speciale la stampa della foto e un oggetto in pelle. Un piccolo riconoscimento è stato consegnato dal sindaco di San Miniato Vittorio Gabbanini che ha voluto omaggiare tutti i partecipanti. “L’idea di questo contest è nata per caso, dalla volontà di esaltare il nostro tartufo bianco e la Mostra – spiega –. Ad un mese dall’inizio della kermesse, vedere che sono arrivate così tante foto ci fa davvero piacere e ci fa capire quanto sia seguito e apprezzato questo evento. Si tratta della prima edizione e ringrazio i giurati perché hanno fatto un lavoro di valutazione serio e ponderato; l’idea può essere riproposta anche in futuro, con la volontà di fare della Mostra un evento sempre più social, da 2.0 come la foto che si è aggiudicata la menzione speciale – e conclude -. Un ringraziamento a tutti coloro che hanno partecipato dando risalto a un’eccellenza di San Miniato e di tutto il territorio”.

A margine della premiazione del contest sono stati consegnati anche alcuni riconoscimenti alle associazioni di volontari del territorio, Vab, Associazione Nazionale Carabinieri, Vigili del fuoco volontari, Misericordia di San Miniato e Misericordia di San Miniato Basso che hanno reso possibile la festa, garantendo i criteri di sicurezza richiesti dalla nuova normativa. “Un ringraziamento speciale a tutti voi – hanno dichiarato il sindaco Gabbanini e il presidente della Fondazione San Miniato Promozione Delio Fiordispina -, perché ci avete dato una mano a realizzare la Mostra in tutta sicurezza; il vostro apporto è stato fondamentale ed è grazie anche a voi se tutto è andato per il meglio”.