Mercoledì alle ore 18.30 i nerazzurri sono chiamati a riprendere lì dove avevano lasciato: ovvero dall’ottima prestazione vista contro il Siena che però, complice sicuramente la sfortuna, non è bastata per portare a casa i tre punti. Proprio sul gioco espresso dovrà ripartire la compagine di D’Angelo che contro i bianconeri Sabato sera è parsa veramente una squadra diversa grazie soprattutto all’apporto dei nuovi innesti che hanno dato subito una spinta sia tecnica che emotiva. Dopodomani però la gara sarà durissima, l’Arezzo infatti è l’unica squadra del campionato che non ha mai perso in casa e in più ha un organico sicuramente di livello e non a caso al momento occupa il 4° posto. La sconfitta di Vercelli poi farà arrivare gli uomini del tecnico Dal Canto con il dente avvelenato in questo derby sempre sentito dagli aretini.

Analizzando la rosa avversaria possiamo notare come Mister Alessandro Dal Canto prediliga giocare con il 4-3-3 che spesso si modifica diventando un 4-3-1-2. Gli amaranto non hanno sino a qui portato grandi cambiamenti alla rosa con il mercato e la formazione titolare vista anche a Vercelli più o meno infatti era la stessa sulla falsa riga del girone di andata. In porta c’è l’ex di turno Pelagotti, a destra in difesa c’è Luciani mentre a sinistra troviamo Sala con a completare il reparto Pinto e Pelagatti.

I tre in mezzo al campo della formazione tipo sono l’esperto Foglia con Remedi e Buglio mentre nel ruolo di trequartista che Dal Canto ha proposto più costantemente nelle ultime Domeniche c’è Serrotti. Gli amaranto poi possono contare su un tandem offensivo sicuramente di qualità composto da Cutolo di cui non servono presentazioni per la categoria e Brunori che si sta facendo sicuramente valere in questa stagione.

L’Arezzo al momento ha 34 punti, tre in più dei nerazzurri anche se con una gara in più giocata, come detto ieri ha perso in casa della capolista Pro Vercelli per 1-0 ma è proprio in casa che gli uomini di Dal Canto hanno costruito sino a qui questa positiva stagione: nelle 11 gare giocate tra le mura amiche gli amaranto non hanno mai perso raccogliendo 5 vittorie e 6 pareggi. In totale invece la formazione aretina ha vinto 8 gare, 10 le ha pareggiate e 3 ne ha perse segnando 25 reti e subendone 17. Il suo miglior marcatore è Brunori con 7 reti messe a segno. Nel girone di andata all’Arena si giocò il 25 Settembre in mezzo alle polemiche per l’incendio dei monti pisani, la gara terminò 0-0 anche se sicuramente ci fu un predominio nerazzurro con il Pisa che ai punti avrebbe meritato la vittoria.