Secondo le ultime indiscrezioni di mercato i nerazzurri sarebbero ormai ad un passo dall’ingaggiare Mattia Minesso attaccante classe 1990 attualmente in forza al Padova in Serie B. La trattativa potrebbe sbloccarsi e chiudersi già dopo il fine settimana, il giocatore ha espresso la volontà di giocare sotto la torre dove tra le altre cose ritroverebbe mister D’Angelo dopo l’esperienza nella stagione 2016/17 nel Bassano Virtus.

Dopo Minesso dunque per i nerazzurri partirà la caccia ad un difensore in un ruolo spesso criticato e in cui lo stesso Gemmi ha affermato di stare cercando vari profili per migliorare una retroguardia troppo spesso apparsa incerta. Se nei giorni scorsi si era fatto il nome di Francesco Cosenza del Lecce che sembrerebbe un vero e proprio obiettivo della società anche se l’ingaggio sarebbe alquanto elevato, ad oggi di certezze non ce ne sono.

Piacciono sicuramente anche Tartaglia del Novara (con i piemontesi che però vorrebbero tenerlo e soprattutto non cederlo ad una diretta rivale del proprio girone di campionato) e Ligi del Carpi che invece sembrerebbe una pista più abbordabile. Saranno comunque valutati anche altri profili in questo ruolo per Gemmi. Nel frattempo il DS nerazzurro starebbe tentando di arrivare all’attaccante Alessio Curcio come confermato dal suo stesso agente anche se il Vicenza non vorrebbe privarsene a meno di qualche acquisto nella stessa posizione.

Per chiudere poi come ogni anno quando si apre il mercato è uscito ancora una volta il nome di Torromino che starebbe trovando poco spazio in Serie B a Lecce. Oltre al Pisa però ci sarebbero anche Sambenedettese, Pordenone e nelle ultime ore anche la Juve Stabia sulle tracce del giocatore e quindi i nerazzurri dovranno prima superare la concorrenza per convincere l’attaccante classe 1988.