Vittoria di lusso per la Pecciolese di Mister Cerasa, che batte la capolista Fratres Perignano e si avvicina ancora di più alla vetta, portandosi a sole due lunghezze dalla formazione rosso blu.

A siglare la rete della vittoria, è il solito Monopoli, che sugli sviluppi di un calcio d’angolo riesce a infilare la sfera in rete alle spalle di un incolpevole Rizzato.

Grande soddisfazione per la formazione nerazzurra, alla quale va il merito di esser riuscita non solo a vincere lo scontro con una delle dirette contendenti al titolo, ma anche di essere riuscita a non mollare la presa, quando alcune settimane i punti dalla prima posizione erano quasi dieci.

Per il Fratres Perignano di Ticciati invece ancora un doloroso stop.

“Facciamo fatica a creare azioni da gol. Siamo riusciti a prendere gol su un calcio piazzato, non è da noi. E’ un periodo negativo, ma dobbiamo stare calmi e continuare a lavorare. Il campionato è ancora lungo” queste le dichiarazioni dal sapore amaro del Capitano rossoblu Davide Bonsignori.

Di tutt’altro stampo invece le dichiarazioni post gara dei protagonisti nerazzurri.

“Questa vittoria significa per noi, rientrare nel giro delle grandi. E’ un campionato molto difficile e molto strano. Ci sono dieci squadre in un fazzoletto di tre punti, e la cosa ancora più paradossale è che pur avendo espugnato il campo di Perignano, siamo ancora fuori dalla zona dei play off. Oggi però ho visto una squadra in notevole crescita, è stata una partita corretta e vorrei fare i complimenti anche agli avversari per la loro professionalita” dichiara il Presidente Enrico Lenzi al termine della gara contro il Fratres Perignano “ Dopo la pesante sconfitta di Uliveto si è finalmente ritrovata la concentrazione. L’infermeria si sta piano piano svuotando. Siamo un bel gruppo ma continuo a ripetere ai miei di stare con i piedi per terra”.

Grande gioia anche nelle parole di Alessio Sireno, centro campista pugliese ma toscano d’adozione ormai da tantissimi anni: “Quella di oggi è stata sicuramente una vittoria importante ma il campionato è lungo e non abbiamo fatto ancora nulla. Dobbiamo continuare a combattere in ogni partita, il nostro obiettivo è ambizioso e oggi abbiamo dimostrato che tutto è possibile”