Prosegue inesorabile il lavoro della Polizia di Stato in merito al contrasto del fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti nella città di Pisa.

L’obiettivo degli investigatori della Squadra Mobile è di concludere con il maggior risultato possibile ed in modo concreto, l’operazione “Cavalieri 2018” dello scorso dicembre che ha portato all’arresto di 27 persone, per più di 90 episodi di cessione di sostanza stupefacente documentati nel centro di Pisa da appostamenti e servizi con telecamere nascoste.

In questa ottica nella giornata di venerdì 18 gennaio la Polizia di Stato ha eseguito un altro arresto di un soggetto già implicato nell’inchiesta: B.A. marocchino del 1976 anch’egli già arrestato nel dicembre scorso e subito colpito da ordinanza della Procura di Pisa per la misura cautelare personale di divieto di dimora in Pisa. Il cittadino straniero nella tarda mattinata è stato sorpreso dagli Agenti della Polizia di Stato per le vie del centro di Pisa ove è stato predisposto un rafforzamento dei controlli di polizia; è stato pertanto tratto in arresto come conseguenza della violazione al divieto di dimora precedentemente a lui imposto ed è stato condotto presso la Casa Circondariale Don Bosco di Pisa.

Attualmente sono stati condotti al Don Bosco sette stranieri per la violazione al divieto di dimora e rintracciati per le vie di Pisa da dove erano stati allontanati con provvedimento del Giudice.