Consueta conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Gozzano per il tecnico nerazzurro Luca D’Angelo che ha anticipato i suoi pensieri e le tematiche principali che vedranno protagonista il Pisa domani alle ore 14.30 all’Arena Garibaldi. Ecco di seguito le sue dichiarazioni rilasciate in sala stampa:

Il Gozzano ha perso solamente una volta in trasferta, la gara dunque sarà difficile e noi dovremo avere molta attenzione in fase difensiva soprattuto ma anche in tutte le varie componenti della gara perchè i piemontesi si sono dimostrati squadra tosta e in campionato stanno facendo bene. Ora che siamo nel girone di ritorno le partite cominciano ad assumere un peso importante e ad essere ancora più complicate, dovremo essere bravi e concentrati per non rischiare di lasciare punti per strada.”

Spesso abbiamo sofferto sopratutto all’Arena squadre come il Gozzano che sanno difendersi e che ripartono in contropiede, loro sono una buona squadra e sono contento di aver potuto preparare la sfida in 7 giorni senza il turno infrasettimanale. Domani la difesa sarà a quattro e dovremo giocare con meno sufficienza di quella che ho visto negli ultimi secondi contro la Pistoiese dove avevamo pensato di averla già vinta.”

Domani sulla squadra posso dire che ci sarà Gucher mentre Marconi tornerà ma in panchina. Lisi e Birindelli ok e vedremo come schierarci, ancora assente Liotti che dovrebbe tornare tra la gara di Vercelli e quella con l’Entella. Faremo la nostra partita improntando il gioco offensivo ma dovremo essere anche bravi a concedere poco a loro. Domani penso di giocare con le due punte solite anche se Minesso lo vedo più come trequartista quindi penso di non modificargli il ruolo.”

E poi conclude – “Non possiamo pensare di eliminare il 100% di errori difensivi, noi proviamo a fare il meglio con la consapevolezza che qualcosa puoi concedere. Dobbiamo pensare però che gli errori li fanno anche gli avversari e quindi provare a sfruttarli di più, il nostro dovere è di limitare al massimo i nostri di errori  anche perchè il gioco lo comandiamo quasi sempre noi ma poi veniamo puniti al primo mezzo sbaglio.”

Nel turno infrasettimanale ho guardato Entella-Pro Vercelli e poi la Juve Stabia, tutte squadre che giocano bene e che hanno le posizioni che meritano con la dimostrazione che sono le squadre più forti del campionato. Forse sulla prima partita era più giusto un pareggio mentre per quanto riguarda la Juve Stabia ho visto un’ottima squadra anche fortunata con il Catanzaro che ha sbagliato il rigore proprio con Giannone.”