All’interno di un esercizio di vicinato situato nei pressi di Piazza dei Cavalieri  è stato recentemente trovato un cittadino italiano, pregiudicato, con misura di prevenzione in atto del divieto di ritorno nel Comune di Pisa. A seguito di perquisizione personale gli è stato anche trovato indosso un coltello, ragione per la quale è stato denunciato per porto abusivo di arma e inadempienza alla misura del foglio di via obbligatorio.

Il cittadino italiano è stato immediatamente denunciato alla locale Procura della Repubblica e l’esercizio pubblico è stato invece messo sotto speciale osservazione, al fine di verificarne le frequentazioni abituali per l’irrogazione di eventuali sanzioni amministrative collegate alla licenza.

Incrociando i dati in possesso di Polizia e Carabinieri, ottenuti attraverso le identificazioni giornaliere dei soggetti ritenuti sospetti o pericolosi per l’ordine e sicurezza pubblica, si è potuto appurare che il locale , in zona Piazza dei Cavalieri, era diventato l’abituale ritrovo di persone pregiudicate e di cittadini extracomunitari  irregolari sul territorio nazionale aventi, tra l’altro, precedenti di polizia per reati sugli stupefacenti, contro il patrimonio e contro la persona.

Il Questore di Pisa, ritenendo pienamente sussistenti le condizioni di applicazione dell’art. 100 t.u.l.p.s. ( Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza ) , ha emesso, a far data dal 7 febbraio 2019, un decreto di sospensione di 15 giorni della licenza, con conseguente chiusura dell’attività commerciale per identico periodo, poiché – alla luce delle informazioni raccolte e dagli accertamenti esperiti – le frequentazioni di quel locale costituivano un pericolo per l’ordine pubblico, per la moralità pubblica e il buon costume e la sicurezza dei cittadini.