Riaprono le porte del Teatro Rossini di Pontasserchio. Ad occuparsi della gestione dello storico teatro saranno l’associazione “The Thing”, con una lunga esperienza di gestione nei teatri del territorio, e l’associazione “Antitesi Teatro Circo”, che da anni si occupa di formazione e diffusione delle arti circensi attraverso spettacoli e la gestione della più importante Scuola di Arti Circensi della Toscana, vincitrici del bando promosso dal Comune termale.

RORÒ è il nomignolo che è stato pensato per il Teatro, un modo per ricordarlo e differenziarlo dai molti teatri italiani dedicati alla figura di Gioachino Rossini: “Nell’idea delle associazioni c’è l’intento di far sì che il Rossini di Pontasserchio diventi luogo della comunità e per la comunità, coinvolga il più possibile i suoi abitanti, diventi parte della quotidianità e sia loro vicino come un amico – ha dichiarato in conferenza stampa Martina Favilla, presidente di “Antitesi Teatro Circo” e curatrice della programmazione artistica – Le attività e gli spettacoli che si susseguiranno vedranno protagonisti l’arte, il teatro, la danza, la musica e il cinema. Un posto d’onore sarà riservato al circo contemporaneo: l’obiettivo è quello di trasformare questo spazio nel punto di riferimento toscano di questa arte, che negli ultimi anni sta riscuotendo sempre più interesse da parte di pubblico e programmatori. Grazie alla rete messa in campo da “Antitesi, Rorò potrà ospitare compagnie di rilievo nazionale e internazionale”.

“Il teatro Rossini, – ha dichiarato Gabriele De Luca, presidente dell’associazione “The Thing”, capofila del progetto con cui è stato vinto il bando – entra oggi a far parte, insieme al teatro “Lux” e al” Cinema Lumière” di Pisa ed al teatro di via Verdi di Vicopisano, di una rete di teatri e spazi culturali che gli garantirà la possibilità di essere da una parte aperto ad ogni iniziativa proveniente dal territorio e dalle sue associazioni, dall’altra a esperienze teatrali e culturali di respiro nazionale ed internazionale. La nuova gestione intende dare fin da subito un segnale di apertura alle realtà locali, abbassando l’attuale canone di affitto del teatro da 1.200 euro a 600 euro”.

“Cercheremo di coinvolgere tutti i soggetti del territorio: associazioni culturali e sportive, enti, gruppi amatoriali e compagnie professionali, artisti, categorie commerciali e singoli cittadini – ha detto Andrea Vescio di “The Thing” – tutti sono invitati a partecipare all’incontro che abbiamo organizzato lunedì 25 febbraio alle 21 in teatro per conoscerci, rilevare proposte e confrontarci insieme”.

L’assessora Luciana Cipriani esprime viva soddisfazione per il lavoro svolto: “Con la consegna delle chiavi alle associazioni “The Thing” e “Antitesi Teatro Circo” siamo riusciti a portare a conclusione un percorso non semplice per dare nuova vita al teatro “Rossini” e restituirlo pienamente al territorio. L’obiettivo che ci eravamo posti tramite il bando era quello di individuare un gestore capace di rispondere in modo concreto ed efficace alla richiesta di una programmazione di qualità e di rendere il teatro un punto di riferimento culturale per la cittadinanza, le scuole ed il mondo dell’associazionismo, garantendo il corretto equilibrio gestionale ed economico. Penso sinceramente che il bando, che ha visto una partecipazione numerosa e qualificata, ci abbia dato le risposte giuste e sono convinta che questa sensazione sarà presto confermata dai risultati”.

Anche il sindaco Sergio Di Maio esprime soddisfazione per l’obiettivo raggiunto: ” L’accordo con le associazioni “The Thing” e “Antitesti Teatro Circo” è la base per il rilancio definitivo dello storico teatro pontasserchiese. Un rilancio che non può prescindere dalla collaborazione con le associazioni locali, che negli ultimi anni hanno garantito la vita del teatro. L’annunciato incontro del 25 febbraio e la riduzione del canone di affitto sono due importanti passi in questa direzione. Sono convinto che la nuova gestione riuscirà a creare attorno al teatro una rete virtuosa di collaborazioni che garantirà una attività di grande spessore, con beneficio per tutto il nostro territorio. Ai nuovi gestori auguro un futuro ricco di soddisfazioni, sicuro che la collaborazione porterà risultati importanti per entrambe le parti. Colgo l’occasione per ringraziare il personale degli uffici comunali che in questi mesi hanno seguito l’evolversi del bando e in particolare Anna Moschetti e Alessandro Simonetti”.

Primo appuntamento, sabato 9 marzo con lo spettacolo “IMAGO” organizzato da “Antitesi Teatro Circo”: le atmosfere magiche dell’opera “Sogno di una notte di mezza estate” di Shakespeare rivisitate in chiave circense; una favola per tutte le età straordinariamente raccontata, senza parole, dal poetico connubio di acrobatica aerea e a terra, verticalismo, canto e musica dal vivo. Replica domenica 10 marzo. Per informazioni e biglietti: teatrorossini@gmail.com.