Non finisce di stupire questo Pontedera, rimonta anche l’Arezzo e porta a casa un punto pienamente meritato per quello che si è visto in campo. Dopo, Lucchese, Robur Siena ed Albissola i granata dimostrano un carattere e una ferrea determinazione nonostante l’età media della squadra molto bassa, senza dimenticare la condizione non ottimale di molti elementi, per il virus influenzale, accusato da almeno 7-8 elementi della rosa dieci giorni fa.

PRIMA PARTE EQUILIBRATA- Ivan Maraia deve fare meno di Ropolo, alle prese con un problema alla caviglia e di Caponi squalificato, assenze che vanno ad aggiungersi a quella del lungodegente Bruzzo. In difesa la scelta cade su Fontanesi – preferito a Vettori- a fianco di Borri e Alessio Benedetti. in cabina di regia scelto Serena supportato da La Vigna e Calcagni, Mannini e Magrini sulle fasce supportano Pinzauti e Tommasini. Risponde il 4-3-1-2 predisposto da Dal Canto, il quale sceglie Zappella quale sostituto di Luciani e Basit in mediana con Foglia e Serrotti ai lati, Belloni è il trequartista dietro a Cutolo e Brunori. Gli amaranto si fanno preferire per il possesso di palla, il Pontedera risponde con veloci verticalizzazioni a cercare lo scatto degli attaccanti. Al 20′ ci prova Cutolo, il suo sinistro esce alla sinistra di Biggeri apparso comunque in controllo. Il vantaggio arriva poco dopo la mezz’ora: cross da destra di Zappella, palla che danza in area, arriva Foglia, il suo sinistro non lascia scampo a Biggeri.

REAZIONE GRANATA-  La squadra di Ivan Maraia, alza il pressing in apertura di ripresa e guadagna campo, sono molti i palloni scaraventati in area, ma la difesa ospite sembra controllare la gara. Al 12′ Serrotti ha sul sinistro la palla del raddoppio, ma la sua conclusione da dentro l’area esce di poco a lato. Va a folate la squadra di casa, Mannini lavora molti palloni sulla sinistra, obbligando gli avversari a ripetuti falli degli avversari. Il pareggio viene procurato proprio dall’ex nerazzurro, abile a rubare palla a Zappella entra in area, il suo cross trova la deviazione vincente al centro di Pinzauti. Nel finale le due squadre provano a superarsi, ma il risultato di parità non cambierà più.

PONTEDERA- AREZZO 1-1

PONTEDERA (3-5-2): Biggeri; Fontanesi, Borri, A. Benedetti; Magrini, Calcagni, Serena, La Vigna (82′ Giuliani), Mannini; Pinzauti (89′ R Benedetti), Tommasini. A disp. Sarri, Marinca, Benassai, Vettori, Raimo, Masetti, Marseglia, Prete. All. Maraia.

AREZZO (4-3-1-2): Pelagotti, Zappella, Pelagatti, Pinto, Sala; Serrotti, Basit (76′ Salifu), Foglia; Belloni (68′ Rolando); Brunori, Cutolo (81′ Butic). A disp. Bertozzi, Sereni, Zini, Remedi, Persano, Benucci, Burzigotti, Tassi, Borghini. All. Dal Canto.

Arbitro: Colombo di Como.

Reti: 32′ Foglia, 78′ Pinzauti

Note: Ammoniti: Mannini, Fontanesi, Basit, Foglia. Angoli 3-0. Rec. 0’+4′. Spettatori 800 (di cui 300 da Arezzo).