Giovedì 7 Febbraio alle 18, presso la Sala Consiliare Sandro Pertini di Vecchiano, l’Amministrazione Comunale e l’Istituto Comprensivo Settesoldi, insieme ai ragazzi del laboratorio #MAI ARRENDERSI, costituitosi lo scorso anno nell’ambito del percorso di Libera contro le mafie, presentano un incontro incentrato sulla conoscenza del bullismo e sui metodi per combatterlo.
Questa sarà l’occasione per presentare un gruppo di ragazzi che faranno parte di un team nato per coadiuvare e proteggere i loro coetanei vittime di atti di bullismo. Il gruppo, che si presenta con il simpatico appellativo di “Sbulloniamoci”, avrà il delicato compito di coinvolgere ed educare anche gli alunni più piccoli della scuola primaria dell’Istituto Comprensivo.
La presentazione del 7 febbraio sarà un evento molto importante per i ragazzi e per la scuola: in questa occasione si affronteranno anche alcuni argomenti di approfondimento sul bullismo:
Cosa sono il bullismo e il cyberbullismo
La situazione nel mondo
La situazione in Italia
Come la scuola contrasta il fenomeno
Durante l’incontro, i ragazzi saranno coadiuvati dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni e dagli psicologi del Centro di Ascolto dell’Istituto.
“L’evento è organizzato dall’Amministrazione Comunale e dall’Istituto Comprensivo “Daniela Settesoldi”, con la collaborazione della Polizia Postale e delle Comunicazioni e degli psicologi del Centro di Ascolto dell’Istituto scolastico e rientra, inoltre, nelle iniziative in programma in occasione della Giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo a scuola e, anche, della Giornata Mondiale della Sicurezza su Internet 2019 che quest’anno sarà celebrata il 5 febbraio,” spiega il Sindaco Massimiliano Angori. “Incontri come quello in programma per il prossimo 7 febbraio sono utili per focalizzare l’attenzione su un fenomeno che è cresciuto negli anni e che colpisce soprattutto gli individui percepiti come più deboli o “diversi”. Si tratta di un fenomeno complesso che, però, per essere risolto, ha anche bisogno di essere meglio compreso: è la società, nel suo insieme ed attraverso tutte le sue istituzioni, che deve agire anteponendo il rispetto della dignità umana a qualsiasi altra cosa. Ecco perchè diventa importante promuovere queste occasioni di discussioni su questo problema”, aggiunge il primo cittadino. “La scuola, essendo per eccellenza un luogo di socializzazione, svolge in tutto ciò un ruolo fondamentale poiché è determinante nell’inserimento sociale di ciascun individuo. E’ la scuola stessa, infatti, che ha l’importante compito di mediare i rapporti sociali in modo da evitare pregiudizi, intolleranza e discriminazione e far germogliare, già nelle giovanissime generazioni, il rispetto reciproco“, afferma l’Assessore alle Politiche Scolastiche, Lorenzo Del Zoppo. “Per questo motivo, insieme all’Istituto Comprensivo, abbiamo pensato di mettere a punto una nuova iniziativa pubblica rivolta ai genitori e ai cittadini alla quale prenderanno parte Polizia Postale e Psicologi del Centro d’Ascolto, al fine di riflettere ancora una volta, tutti insieme, quali siano le migliori modalità per gestire ed arginare questo fenomeno per il benessere dei nostri giovani”, conclude l’Assessore Del Zoppo.
L’appuntamento è per il 7 febbraio alle 18 in Sala Consiliare con l’evento “Sbulloniamoci”.Tutti i dettagli sono disponibili sul sito www.comune.vecchiano.pi.it