Nella terza puntata stagionale di “Eoraparloio“, andata in onda dallo studio di PisainVideo, uno degli ospiti di Giovanni e Riccardo è stato Yuri Bianchi, presidente dell’associazione Sport for Children Onlus e appassionatissimo collezionista di cimeli storici del Pisa Sporting Club.

Yuri riavvolge il nastro e si sofferma sulla partita di sabato scorso contro la Carrarese: “Abbiamo visto sicuramente il miglior Pisa degli ultimi due anni. La squadra adesso ha una determinazione e una convinzione diverse rispetto a qualche mese fa. Si nota che sono sicuri delle loro qualità“. La squadra apuana ha giocato con una maglia celebrativa della kermesse mondiale di scherma paralimpica che si è tenuta nello scorso fine settimana al PalaCus di via Chiarugi, e Yuri Bianchi spiega così la scelta differente della società nerazzurra: “La Carrarese ha accettato immediatamente di sponsorizzare l’evento. La stessa proposta è stata fatta al Pisa, che però ha scelto di portare avanti altri progetti: naturalmente non c’è stato nessun problema, anche perché gli atleti azzurri paralimpici sono potuti entrare in campo durante il riscaldamento grazie all’impegno proprio della società nerazzurra“. “Le maglie della Carrarese – spiega il presidente della Onlus – verranno messe all’asta e il ricavato verrà devoluto alla nazionale paralimpica per l’acquisto di materiale sportivo“.

Parlando del campionato – prosegue Yuri Bianchi – credo che di certo non ci sia ancora niente. Il Pisa non può fare calcoli, deve proseguire sulla strada intrapresa da qualche settimana: giocare di partita in partita e puntare a vincerne il più possibile. Se i ragazzi ripetono anche in parte la prestazione di sabato scorso, sono gli avversari che si devono preoccupare di noi. All’Arena ci siamo finalmente divertiti: in campo la squadra ci ha trascinato, e sugli spalti è stato bello vedere anche un settore ospiti pieno e colorato, oltre ovviamente alla nostra spettacolare Curva Nord“.

Il presidente di Sport fo Children si sofferma poi sull’evento dedicato ai 20 anni dalla scomparsa di Romeo Anconetani, organizzato all’ippodromo di San Rossore. “L’ippodromo è stato letteralmente invaso da tantissime persone: gli ex calciatori dell’epoca gloriosa dello Sporting Club si sono emozionati insieme a tutti gli altri presenti nel ricordo del Presidente. I ricordi, gli aneddoti curiosi, i momenti più tesi: è stato un tuffo in un’epoca che purtroppo non tornerà più“. “In questo senso – continua Yuri – proseguendo nel solco del 110° anniversario della società, posso svelare in anticipo che il Comune di Pisa a inizio aprile consegnerà la cittadinanza onoraria a Klaus Berggreen“.

Sport for Children in tutti questi anni ha raccolto una cifra che si aggira sui 60mila euro“, afferma con orgoglio Yuri Bianchi. “Negli ultimi tre anni sono mancati un po’ di eventi organizzati su Pisa, a causa ovviamente delle difficoltà societarie che hanno caratterizzato la nostra realtà. Ma la nostra Onlus non ruota esclusivamente attorno al calcio: ci sono tutti gli altri sport che riscuotono un grande successo“. “L’aspetto più particolare del calcio – sottolinea Bianchi – è che quando c’è da affrontare il Pisa, molti avversari ci contattano per darci la disponibilità a organizzare eventi dedicati. Lo ha fatto la Carrarese e probabilmente lo farà anche il Pontedera ad aprile“. “Il nostro impegno per il piccolo Christian è centrale. Abbiamo preso a cuore le sorti di questo bambino e ci auguriamo che la cura sperimentale che ha avviato da un po’ di tempo possa finalmente portargli dei benefici. Ne ha bisogno anche la sua famiglia“, spiega Yuri Bianchi. “Il babbo di Christian – svela il presidente della Onlus – ha dei problemi alla schiena e da qualche tempo ha avuto difficoltà a lavorare. Chiunque avesse la possibilità di offrirgli un’occupazione, può contattarlo“.