Nel penultimo turno di campionato i nerazzurri vincono ancora e lo fanno su uno dei campi più difficili di questo Girone A: quello della Pro Patria che tra le mura amiche non perdeva da Ottobre con i bustocchi che hanno il secondo miglior rendimento casalingo di tutto il campionato. Insomma una rimonta di carattere, quello che a detta di molti era mancato contro il Pontedera, e che invece ieri è ritornato come nelle partite precedenti ai granata, un 1-2 veramente importante con una reazione immediata allo svantaggio che subito al 40′ avrebbe potuto tagliare le gambe a molte squadre ma non al Pisa che pronti via palla al centro l’ha rimessa in piedi con Masucci immediatamente e poi l’ha gestita benissimo colpendo a metà ripresa con una perla di Birindelli che ha definitivamente spostato le sorti della partita con un Pisa veramente solido e che ha concesso poco o niente all’avversario anche nell’arrembaggio finale.

Una vittoria veramente importante che facilita nettamente il compito di chiudere al terzo posto, basterà un pareggio Sabato contro il Novara all’Arena per archiviare matematicamente il discorso. Un terzo posto che potrebbe significare saltare ben due turni dei playoff ed entrare in gioco nella Fase Nazionale al Primo Turno (come lo scorso anno). Insomma a conti fatti con questo piazzamento ai nerazzurri potrebbero bastare “solo” (si fa per dire) 6 partite per raggiungere la Serie B complice anche il fatto che quest’anno non ci sarà la finale ma le vincenti delle semifinali andranno dirette in cadetteria.

Tornando invece ad analizzare la gara di ieri ecco cosa è andato a nostro parere: la solidità di una squadra che veramente ormai è difficilissima da battere per chiunque, sedicesimo risultato utile consecutivo con ben 11 vittorie e 3 pareggi dalla gara contro la Pistoiese in poi, insomma se non è un record per i colori nerazzurri in Serie C poco ci manca. Record invece eguagliato delle vittorie in trasferta: sono 11 con quella di ieri i successi lontano dall’Arena che fanno pari con la magica stagione in Serie B di Ventura nel 2007/08, fatto che rende tra le altre cose i nerazzurri la squadra con la maggiore media punti di tutto il campionato fuori-casa. Poi se anche Birindelli trova l’eurogol allora i giochi sono fatti, un Pisa veramente arcigno e che ha avuto la forza come detto di pareggiare subito la gara su un campo dove moltissime delle big di questo girone hanno perso e hanno fatto fatica. Insomma una gara molto positiva che alla vigilia invece rappresentava una vera e propria trappola anche per le motivazioni dei bustocchi che avrebbero ancora potuto scalare posizioni in vista dei playoff. Molto bene Brignani dietro, tornato titolare dall’inizio, con il ritorno al 3-5-2 che ha dato i suoi frutti, un plauso dunque va anche a Mister D’Angelo che ha saputo leggere bene la gara cambiando modulo e rendendo i nerazzurri anche spesso pericolosi prima del vantaggio della Pro Patria.

Ora Sabato assolutamente da non sottovalutare il Novara che ha comunque un organico di spessore nonostante una stagione negativa, è vero che i piemontesi arriveranno all’Arena senza grandi motivazioni visto che ormai hanno conquistato il 9° posto matematico, ma è anche vero che a volte in casa il Pisa ha fatto molta fatica, sarebbe sbagliato fare il calcolo solo per portare a casa il pari anche perchè vincere è importante per aumentare i punti rispetto alla altre terze dei gironi per essere teste di serie ai playoff, insomma sarà partita vera anche l’ultima giornata con un Pisa che non si deve assolutamente precludere alcun obiettivo in questa seconda parte di stagione strepitosa.