Rinnovata  la stipula dei contratti di locazione a canone agevolato alla presenza degli amministratori dei Comuni di San Miniato, Montopoli in Val d’Arno, Castelfranco di Sotto e Santa Croce sull’Arno.

L’accordo, siglato in Palazzo Comunale a Montopoli, è stato sottoscritto da Daniele Cosci della Sicet, da Luca D’Onofrio del Sunia, dall’avvocato Luca Scarselli dell’Unione Inquilini, da Marcella Giardina della S.A.I Cisal, dall’avvocato Barbara Gambini della Confedilizia e da Luca Bassi della Confappi.

L’accordo, già sottoscritto nel 2015 da tutti i Comuni, mira a favorire l’allargamento del mercato agli immobili attualmente sfitti e l’accesso alle locazioni per i settori sociali più deboli. L’obiettivo che si sono dati gli amministratori è quello di promuovere e rinnovare soluzioni al problema degli sfratti per morosità, incentivandone la trasformazione in nuovi contratti a canone più sostenibile. In una prospettiva futura l’accordo può aiutare a ricondurre alla legalità anche il mercato degli affitti laddove risulti sommerso e irregolare.

I quattro Comuni, su richiesta dei soggetti firmatari dell’accordo, hanno deciso di rinnovare e applicare un’aliquota Imu agevolata per chi affitterà immobili a canone concordato. Oltre a questa agevolazione, i proprietari di alloggi affittati a canone concordato dei Comuni di San Miniato, Montopoli e Castelfranco (nel rispetto della legge 80/2014 art.9 comma 2 bis), potranno applicare la riduzione della cedolare secca al 10%, per l’anno 2019, poiché sono stati inseriti dalla Regione Toscana tra i Comuni colpiti da calamità naturali. L’accordo che è stato sottoscritto è a tutti gli effetti già in vigore a partire da oggi (8 aprile) nei quattro Comuni. Indicazioni e moduli per l’applicazione del contratto, saranno inseriti nei siti istituzionali dei quattro Comuni coinvolti.