Una festa per celebrare la fine di un corso tagliato “su misura” sulle 16 donne che hanno scelto di partecipare e di imparare i primi rudimenti del mestiere di sarta. Già perché come hanno ricordato il Sindaco del Comune di Calcinaia, Lucia Ciampi e gli Assessori del Comune di Calcinaia, Alderigi e Ferrucci ci sono tradizioni da conservare e tramandare e il corso della sartoria, oltre ad avere il pregio di trasmettere la passione per il mestiere di sarta alle nuove generazioni è anche uno straordinario momento di aggregazione tra le persone anziane e quelle che potrebbero essere le loro figlie o nipoti.

Nella magnifica e affollatissima festa di fine corso a cui hanno partecipato anche il Presidente dell’Auser Locale, Mauro Pistolesi e Renzo Malloggi in rappresentanza dello SPI-CGIL, a fare gli onori di casa è stata come al solito l’iperattiva Iria Parlanti che ha subito ricordato l’iniziativa in cui l’associazione fornacettese è tuttora impegnata.

Già perché oltre a fare le Pigotte per l’Unicef, la Sartoria è stata contattata dal Sindaco di Sant’Anna di Stazzema per realizzare tanti quadrati 50×50 cm di stoffa e lana che serviranno a coprire con un tappeto arcicolorato la distanza tra la Chiesa e il Sacrario di Sant’Anna di Stazzema nel giorno in cui sarà commemorata la terribile strage nazista. Per questo motivo chiunque avesse della lana inutilizzata a casa può donarla all’associazione fornacettese.