Finisce in reti inviolate il derby, giocato ieri sera fra Pontedera e Pistoiese. Gara caratterizzata da molto equilibrio, fra due squadre che si sono affrontate, sovente a centrocampo finendo per annullarsi, con poche occasioni da ambo le parti. Il decimo posto è ancora alla portata, ma la vittoria dell’Alessandria a Novara, rende il finale di campionato elettrizzante, anche se i granata hanno ancora cinque punti di margine con il vantaggio di disputare in casa lo scontro diretto, dove sicuramente potrà contare su due risultati su tre.

In cronaca, Ivan Maraia deve fare a meno di Risaliti (squalificato), e il lungodegente Magrini per il resto si affida al classico 3-5-2 scegliendo Fontanesi dal 1′ minuto al posto di Vettori e Serena in mezzo. Si fa pericolosa la Pistoiese al 2′ con una conclusione di Forte alta sopra la traversa, rispondono i granata con una sgroppata di Calcagni, chiusa con un sinistro respinto dal portiere avversario. La ripresa vede i padroni di casa spingere con insistenza, sfiorando il vantaggio in due circostanze con Tommasini, poi tornano gli ospiti ad affacciarsi in avanti, ma non vanno oltre a due punizioni dal limite, calciate sopra la traversa da Fantacci e Cagnano.