Con l’assunzione di tre nuovi assistenti sociali, attingendo dai fondi povertà stanziati dalla Regione Toscana, viene ulteriormente potenziato il servizio sociale nel Comune di San Giuliano Terme.
Un risultato importante ottenuto con una costante iniziativa all’interno della Società della Salute per mettere a gara un servizio senza penalizzare il territorio, garantendo un maggiore intervento e attenzione della ASL al nostro Comune ed il rispetto dei dipendenti che svolgono questi servizi. Adesso l’amministrazione termale intende proseguire su questa strada con l’assunzione di ulteriori figure professionali quali educatori, assistenti di base psicologi, a sostegno degli assistenti sociali direttamente impegnati nel territorio.
Dei tre assistenti sociali nuovi nel territorio, uno si occuperà dei servizi socio sanitari, e due saranno impegnati nel territorio per l’assistenza sociali. Poi ci sarà un ulteriore assistente sociale che si occuperà di affidamenti familiari e separazioni conflittuali.
Per il Comune di San Giuliano Terme, il potenziamento degli assistenti sociali è ulteriormente importante perché una persona sarà dedicata anche alla partecipazione diretta del Osservatorio sulle povertà e solidarietà, attivato recentemente con il contributo e la partecipazione di tutte le associazioni del nostro territorio.
Un’altra richiesta da tempo avanzata in particolare dall’amministrazione e portata avanti dall’insieme della assemblea della SdS, è l’istituzione del pronto intervento sociale. Un servizio continuativo che permette alle persone che si trovano in difficoltà, di trovare una persona dedicata in ogni momento in particolare nei giorni festivi. Il servizio di pronto intervento sociale, che entrerà in servizio il 1 aprile, sarà cosi articolato: due assistenti sociali saranno in servizio nel turno pomeridiano dalle 15 alle 19 dal lunedì al venerdì, svolgeranno il servizio di reperibilità in una sede del servizio territoriale e saranno contattabili con un cellulare dedicato alle emergenze. Il sabato e la domenica, nei giorni festivi e prefestivi dalle 9 alle 19 sarà invece attivo il servizio di reperibilità telefonico.
Nel nostro Comune seguiamo più di mille persone – si legge nel comunicato termale – mensilmente si rivolgono al sottoscritto ed ai nostri uffici più di cento persone. Pensate soltanto agli ultimi tempi, più di 250 sono state le persone che hanno fatto domanda del REI (reddito di inclusione) presso i nostri uffici prima che venisse soppresso, ed oggi nonostante che il governo abbia escluso i comuni dalla presentazione della domanda per il reddito di cittadinanza, molte sono le persone che vengono da noi a chiedere informazioni
Il potenziamento dei servizi è sempre stata una priorità di questa amministrazione. La quale ha sempre posto al primo posto le persone maggiormente in difficoltà, un impegno costante che dovrà proseguire con maggior vigore, partendo dai risultati importanti ottenuti fin qui per migliorare ulteriormente i servizi. Dovremo continuare su questa strada con iniziative costanti e rispetto al passato con molta più attenzione perché se è fondamentale avere servizi condivisi, con i cambiamenti politici e sociali ora più che mai non dobbiamo mai abbassare la guardia per avere servizi alla altezza dei bisogni delle persone“.