Torna anche quest’anno il consueto appuntamento con “Palla in Rete”, ormai giunto alla quattordicesima edizione, meeting riconosciuto a livello internazionale nell’ambito delle manifestazioni che utilizzano lo sport come mezzo inclusivo e riabilitativo. La manifestazione è organizzata anche quest’anno da Bellaria Solidarietà nell’ambito di un progetto che intende favorire lo sviluppo, all’interno della Polisportiva Bellaria Cappuccini e della Città di Pontedera, della pratica sportiva e motoria a favore di persone affette da disagio psico-sociale.

Il presidente di Bellaria SOLIDARIETÀ Ramona Ninu presenta così la manifestazione: “Palla in rete” è la rete di relazioni sul territorio per sviluppare una cultura dello sport attiva, partecipata e solidale. La pratica motoria e sportiva svolta in modo corretto è uno “strumento” per la salvaguardia dell’equilibrio psico-fisico dell’individuo, in quanto la diffusione della pratica delle attività motorie, ricreative e sportive, è finalizzata al benessere della persona e alla prevenzione della malattia e delle condizioni di disagio rispettando i bisogni, le possibilità e le aspirazioni dei suoi componenti.”

L’appuntamento è per venerdì 17 maggio, sabato 18 maggio e domenica 19 maggio presso la Polisportiva Bellaria-Cappuccini di Pontedera e il programma prevede incontri di Calcio a 5, Torneo di Calcio a 8, attività Zumba Fitness, Rugby integrato, Basket, Scherma, Tiro con l’arco e tante altre attività sportive.

Le Novità dell’edizione 2019 sono la presenza di due realtà europee: Barcellona e Budapest ed il sabato mattina nella quale i nostri ospiti si cimenteranno in attività sportive a forte connotazione cognitiva.” presenta così le principali novità di questa edizione il responsabile del progetto Dott. Giorgio Corretti “Durante gli ultimi anni, infatti, Bellaria solidarietà ha svolto nella varie discipline esercizi motori con stimoli cognitivi mirati al miglioramento delle abilità di attenzione selettiva, switch attentivo w working memory, abilità che, oltre a migliorare le capacità sportive, migliorano le performance nella vita quotidiana.

Anche la dott.ssa Jessica Giusti, responsabile Disabilità e Salute Mentale Coop Sociale Paim, commenta il sostegno della cooperativa all’iniziativa: “Da diversi anni la Cooperativa Paim collabora con la polisportiva Bellaria e l’Associazione Bellaria Solidarietà. Possiamo affermare che praticare sport è, per eccellenza, una Riabilitazione Precoce, ovvero un re-inserimento veloce nel territorio di vita comunitario del paziente, privilegiando l’aspetto di un intervento psicosociale fuori dai luoghi tradizionalmente dedicati alle cure della malattia mentale, e quindi nelle polisportive e in tutti quei luoghi dedicati allo sport, normalmente presenti sul territorio di appartenenza di ogni cittadino. E’ fondamentale che l’inserimento dei pazienti, in progetti di riabilitazione psico-sociale, avvenga prima che si arrivi alla cronicizzazione della malattia, privilegiando il loro essere cittadini prima che pazienti.”

Quest’anno la manifestazione potrà vantare il patrocinio di Confesercenti, che commenta così tramite le parole del rappresentante Claudio Del Sarto: “Come Confesercenti siamo molto contenti di aver preso parte a questo evento, che da anni è cresciuto sempre di più grazie proprio alla Bellaria Solidarietà. Un evento sportivo e inclusivo che fa incontrare anche persone di diverse nazionalità. Un ringraziamento per averci coinvolto a tutta la struttura della Bellaria che ogni giorno svolge un ottimo lavoro.”