Doppio appuntamento al Teatro Verdi per la ventesima edizione del concerto nel Giugno Pisano del Coro dell’Università di Pisa. Venerdì 31 maggio e sabato 1° giugno, sempre alle ore 21, appuntamento con la grande “Messa da Requiem” in memoria di Alessandro Manzoni composta da Giuseppe Verdi nel 1874, con i solisti Maria Billeri (soprano), Laura Brioli (mezzosoprano), Samuele Simoncini (tenore) e Paolo Pecchioli (basso) e l’Orchestra Sinfonica Città di Grosseto. Sul podio il maestro Stefano Barandoni. L’ingresso è gratuito fino a esaurimento dei posti. Gli inviti (max due per una recita) potranno essere prenotati on line sul sito booking.unipi.it dalle ore 14.00 del 27 maggio alle ore 14.00 del 28 maggio e i biglietti potranno essere ritirati alla portineria del rettorato (Palazzo alla Giornata) il 29 e 30 maggio dalle 9.00 alle 19.30 presentando un documento di identità.

Il concerto sarà poi replicato a Lucca, chiesa dei Servi, sabato 8 giugno alle ore 21.00 per il Festival Sagra Musicale Lucchese.

Il Coro, insieme all’orchestra universitaria, istituita nel 2010, fa parte del “Centro per la diffusione della cultura e della pratica musicale” dell’Università di Pisa, che rappresenta un punto di riferimento culturale per tutta la comunità accademica e per la città, offrendo numerosi eventi a ingresso libero (concerti, ma anche seminari e incontri di formazione e divulgazione) e collaborando con associazioni onlus vive nel territorio. Maria Antonella Galanti, responsabile del Centro, così spiega la scelta della composizione: “Abbiamo voluto celebrare il ventennale con un’esecuzione importante, come il “Requiem” di Giuseppe Verdi, che richiede l’impegno eccezionale di tutti i soggetti coinvolti, ma in modo particolare del coro, la cui parte comporta le difficoltà caratteristiche delle sezioni contrappuntistiche ma anche di quelle più liriche e intimistiche, solitamente affidate all’interpretazione solistica”. Il maestro Stefano Barandoni, direttore del Coro, ha recentemente presentato il Requiem in un incontro organizzato dal Centro musicale e rivolto alla cittadinanza soffermandosi, in particolare, anche sul tormentato percorso umano e artistico di Verdi che ha reso possibile la composizione e sul contesto storico-politico e culturale.

Il Primo Concerto Annuale nel Giugno Pisano si è tenuto il 21 giugno del 2000 in Sapienza, con un giovanissimo Coro dell’Università di Pisa, costituitosi a ottobre 1999 per iniziativa di Carolyn Gianturco, che si esibiva coi primi sessanta coristi; da allora il Coro è progressivamente cresciuto nell’organico fino ad accogliere oltre centocinquanta coristi, e ha presentato le opere più importanti della letteratura musicale corale, da Mozart a Orff e Bernstein, da Bach e Haendel a Mendelssohn e Schubert, da Haydn a Puccini. In quasi vent’anni di attività il Coro, di cui fanno parte anche docenti e personale tecnico e amministrativo, ha accolto centinaia e centinaia di studenti che hanno arricchito il loro percorso universitario grazie alla musica.