Si terrà questo pomeriggio, venerdì 17 maggio, alle ore 15.30 a Palazzo Matteucci (Piazza Torricelli 2) l’incontro “Informatica e … Informazione e Democrazia”, che fa parte delle iniziative che l’Università di Pisa sta organizzando in occasione di “Informatica50” (https://www.unipi.it/index.php/informatica-50) per ricordare il 50° anniversario del primo corso di laurea italiano in Scienze dell’Informazione, attivato a Pisa nel novembre del 1969.

Con il coordinatore Gian-Luigi Ferrari, direttore del dipartimento di Informatica, ne discuteranno Roberta Bracciale, ricercatrice di Scienze politiche e direttore del “MediaLaB – Big Data in Social and Political Researc”; Elda Brogi, coordinatrice scientifica del “Centre for Media Pluralism and Media Freedom European University Institute” di Firenze; Luca De Biase, giornalista editor di innovazione a “Il Sole 24 Ore” e “Nova24”; Paolo Passaglia, ordinario di Diritto pubblico comparato; Dino Pedreschi, ordinario di Informatica e coordinatore del dottorato di ricerca in “Data Science”.

L’incontro partirà dall’analisi sui sistemi automatizzati, che sempre più stanno diventando strumenti di gestione e controllo della nostra società, spaziando dalle auto a guida autonoma ai sistemi di moderazione dei contenuti delle informazioni online. In particolare, il flusso di informazioni che ci raggiunge tramite le reti sociali è definito non dal contenuto informativo o dalla pertinenza, ma da opinioni, proponendoci solo fatti e commenti più affini alle nostre idee e ideologie. Tuttavia, la diversità è essenziale per preservare e nutrire la nostra intelligenza collettiva e la nostra democrazia. I relatori saranno quindi chiamati a riflettere sulla situazione attuale, discutendo delle potenzialità e dei rischi che i sistemi algoritmici comportano per le libertà dei cittadini.