Martedì 28 e mercoledì 29 maggio 2019, a Pisa, presso il Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere, appuntamento con un workshop di approfondimento sul tema “L’età dei populismi” organizzato nell’ambito del progetto di ricerca “Etica scienza democrazia” coordinato dal professor Adriano Fabris. Il workshop ha tra i suoi obiettivi quello di investigare il tema del populismo in una prospettiva multidisciplinare, guardando al suo rapporto con la società, la politica, la storia, la scienza, la comunicazione. A discuterne, in una prospettiva di studio e di aggiornamento per i giornalisti, saranno importanti personalità accademiche, tra le quali Pierluigi Barrotta, Michele Battini, Alessandro Campi, Adriano Fabris, Giovanni Orsina e Damiano Palano.

Le due giornate si inaugurano alle ore 14 di martedì 28 maggio in via dei Mille 19 con la sessione “Populismi, scienza politica e storia”, presieduta da Alberto Vannucci. Mercoledì 29 maggio, sempre in via dei Mille 19, sarà la volta di “Populismi e teoria politica”, con interventi coordinati da Alberto Maria Banti. Nel pomeriggio, in via Paoli 15, a partire dalle 14.30, si terrà una sessione dedicata a “Populismi, tecnologie, comunicazione”, presieduta da Raimondo Cubeddu.

A seguire, dalle 17 alle 19, l’attualità e la problematicità politica e storica del fenomeno populista verrà analizzata alla luce dei risultati delle elezioni europee nella tavola rotonda “Il populismo visto dai giornalisti”, moderata da Antonio Valentini, che vedrà la partecipazione di voci autorevoli del giornalismo italiano e internazionale: Bruno Manfellotto, già direttore dell’Espresso, Mario Sechi, ideatore di List, e Marcello Veneziani, editorialista de il Tempo. Il workshop di Pisa è organizzato dal professor Adriano Fabris e dal dott. Antonio Masala. L’ingresso è libero.