L’8 giugno alle ore 09.00 si svolgerà, a Pontedera al museo Piaggio, un convegno scientifico sul tema della nutrizione clinica nei pazienti ricoverati o seguiti a domicilio, una giornata di confronto tra professionisti su un tema importane e spesso sottovalutato.

La malnutrizione è una condizione frequente nel paziente ospedalizzato, si stima che il 20-40% dei degenti sia malnutrito già al momento dell’ingresso in ospedale”. Afferma Claudio Belcari, direttore dell’endoscopia digestiva, gastroenterologia e nutrizione clinica del Lotti di Pontedera e responsabile scientifico del convegno. “In presenza di uno stato di malnutrizione si determinano alterazioni della funzionalità di numerosi organi, che comportano l’atrofia muscolare, la predisposizione ad infezioni, lesioni da pressione, ritardo nella guarigione da patologie mediche ed interventi chirurgici. Lo stato nutrizionale – conclude Belcari – rappresenta una delle condizioni di maggiore importanza nel determinare la vulnerabilità e la risposta dell’organismo”.

Se da un lato l’attenzione agli aspetti nutrizionali nel paziente ricoverato e domiciliare (NAD) è aumentata negli anni, grazie a campagne di sensibilizzazione e a strumenti di rilevazione dello stato nutrizionale, dall’altro l’attenzione alle esigenze nutrizionali non è probabilmente altrettanto adeguata e spesso gli aspetti correttivi e integrativi vengono trascurati.