Giovedì 13 giugno, alle ore 21, appuntamento alla Cittadella Galileiana con “Henry Moseley e il numero atomico”, incontro con Fabio Marchetti, docente dell’Università di Pisa.

Nel 1913 la classificazione degli elementi chimici ideata quarant’anni prima da Dmitri Ivanovic Mendeleev aveva ormai riscosso la meritata considerazione da parte di tutti gli studiosi. Ma la presenza di qualche piccola incongruenza nel criterio di classificazione suggeriva che dovesse esistere un parametro diverso e più adatto. Un giovane fisico inglese, Henry G. Moseley, riuscì a trovarlo rendendo la tabella del tutto coerente, gettando luce sulle proprietà dell’atomo e fornendo le basi per una potente tecnica analitica oggi di largo impiego.

L’incontro fa parte del ciclo di conferenze divulgative “I giovedì della Cittadella Galileiana”, che quest’anno è dedicato a strutture, simmetrie, linguaggi naturali e artificiali. Gli incontri, a ingresso gratuito, si tengono nelle serate di giovedì a partire dal 9 maggio fino al 13 giugno. L’inizio delle conferenze è alle ore 21. Il ciclo è organizzato dal Museo degli Strumenti di Fisica (Sistema Museale di Ateneo) in collaborazione con la Ludoteca Scientifica (Dipartimento di Fisica).