E’ già trascorso un anno da quando, il 24 luglio 2018 giorno della Liberazione della città, si sono aperte per la prima volta le porte del MuMe-Museo della Memoria di San Miniato, alla presenza di numerose autorità e tanti cittadini che quel progetto lo hanno visto realizzarsi passo dopo passo. E’ un Museo nato dall’esigenza di realizzare uno spazio dedicato alla conservazione dell’insieme di valori e testimonianze della storia più recente della comunità, in particolare per gli avvenimenti della seconda guerra mondiale, i valori dell’antifascismo e della resistenza. Qui si mantiene viva la testimonianza delle persone che hanno vissuto gli orrori della guerra, attraverso un itinerario visuale e documentale degli episodi che hanno interessato direttamente la città di San Miniato.

Martedì 30 luglio, alle 21.15, all’interno del Museo, ci sarà un’iniziativa organizzata dal Comune e dai Musei Civici, in collaborazione con la cooperativa La pietra d’angolo, dedicata al primo anno di attività del MuMe, con la presentazione dei dati di questi primi 365 giorni di vita (visitatori, turisti, attività didattiche, ecc…), oltre alla proiezione di due documenti inediti, realizzati da Daniele Benvenuti e Beppe Chelli che hanno curato molti degli inserti video inseriti nell’archivio del Museo. Inoltre, per l’occasione il MuMe sarà visitabile gratuitamente.

Per informazioni: 0571/406293 – sistemamuseale@comune.san-miniato.pi.it