Nel giorno della vigilia del ritorno in campo dei nerazzurri, attesi domani sera alle ore 21.00 al cospetto della Cremonese, ha parlato nella consueta conferenza stampa di presentazione al match Mister Luca D’Angelo che ha anticipato i suoi pensieri e le tematiche riguardo a questo importante match. Ecco di seguito le sue dichiarazioni rilasciate in sala stampa:

La Cremonese sicuramente è una delle squadre più forti del campionato. In Coppa Italia è andata a vincere contro il Verona. Si tratta di una delle squadre che in fondo sarà lì. Ci siamo preparati per affrontare il loro 3-5-2 che di solito propongono, ma non credo che troveremo problemi se dovessero mettersi in un’altra situazione. Tatticamente siamo molto elastici.”

“A Castellammare ho fatto un errore e di solito gli errori si pagano, sono stato espulso. Chi mi sostituisce vive giornalmente ogni momento della preparazione della partita con me, perciò non ci saranno problemi. Mi dispiace comunque non poter essere fisicamente presente sul campo.”

“Tornando sulla partita posso dire che abbiamo recuperato alcuni dei giocatori che erano in ritardo, come Di Quinzio, Varnier e Ingrosso. Fabbro è arrivato già abbastanza allenato, gli mancavano un po’ di partite, forse è più avanti rispetto ad altri. E’ una punta giovane e dinamica. Potrei azzardare a dire che è un Gaetano più giovane. Fabbro è un giocatore che gli somiglia molto e dà tutto per la squadra così come fa Masucci.”

E poi conclude – “Varnier può giocare in tutte e tre le posizioni di difesa perché è un giocatore forte. Abbiamo la fortuna di avere giocatori che hanno tutte queste caratteristiche. Se l’anno scorso eravamo quasi sempre favoriti, quest’anno non è così. Probabilmente è meglio affrontarle il prima possibile, anche se ciò è relativo. Ci troveremo di fronte una squadra molto forte e preparata.”

“La squadra non snaturerà la sua voglia di vincere la partita a prescindere. Non sarà il nostro concetto difendersi, se ci metteranno alle strette ovvio che lo faremo, ma noi cercheremo di tener palla più possibile.”